giovedì 27 aprile 2017

Da venerdì 28 visite guidate alla mostra su Antonio Vivaldi a cura degli studenti del Liceo Musicale Cavour

Se non siete ancora andati a visitare la bella mostra "L'Approdo Inaspettato. I manoscritti torinesi di Antonio Vivaldi", attualmente in corso fino al 15 luglio presso la Bibliotca Nazionale Universitaria di Torino di piazza Carlo Alberto, magari cercate di farci un salto il lunedì e il venerdì mattina, dalle ore 10 alle 12,30, da venerdì 28 maggio a lunedì 5 giugno. Grazie al progetto di alternanza scuola-lavoro potrete infatti godervi le visite guidate tenute dagli studenti del Liceo Musicale C. Cavour di Torino, che vi narreranno storia, curiosità e aneddoti sul grande compositore veneziano.
Gli studenti del terzo anno del Liceo Cavour ricopriranno il ruolo di guide all’interno della mostra. Questa preziosa collaborazione permetterà loro di fare un’esperienza formativa e lavorativa coerente con il loro percorso di studi e, allo stesso tempo, di offrire ai visitatori tutti gli approfondimenti culturali sul grande musicista Antonio Vivaldi.
L’adesione della mostra L’Approdo inaspettato. I manoscritti torinesi di Antonio Vivaldi al progetto Alternanza scuola-lavoro è realizzata grazie alla collaborazione tra la Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino, l’ABNUT (Amici Biblioteca Nazionale Universitaria Torino, che ha curato l’organizzazione della mostra) e il Liceo, e rientra nel progetto promosso dal MIUR che offre agli studenti un'esperienza formativa innovativa, per unire sapere e saper fare, per orientare le aspirazioni degli studenti e aiutarli ad avvicinarsi al mondo del lavoro.
Il progetto porterà grande vantaggio anche ai visitatori, che potranno comprendere il Vivaldi in una chiave di lettura innovativa, più fresca, filtrata dagli occhi dei giovani ciceroni, che renderanno più attuali ed originali le mille sfaccettature del personaggio e della sua musica, con tutte le rocambolesche avventure e curiosità che lo accompagnano da sempre.

Per altre informazioni: www.abnut.it

mercoledì 26 aprile 2017

In viaggio con gli eroi grazie ai versi della poetessa Patrizia Cavalli. Giovedì 27 alla Pinacoteca Agnelli

Vi suggerisco un'occasione piacevole per meglio assaporare la bella mostra "Il viaggio dell'eroe", in corso presso la Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli. Giovedì 27 aprile alle 19 sarà presente in Sala Consultazione la poetessa Patrizia Cavalli, che con i suoi versi creerà un collegamento ideale tra le gesta degli eroi, raccontate dai bellissimi vasi della collezione di ceramiche attiche e magno-greche di Intesa Sanpaolo esposti in pinacoteca, e i sentimenti che muovono le azioni del quotidiano contemporaneo.
La parola, che si fa narrare poetico, ci riporta a un tempo lontano in cui il racconto esemplare veniva affidato alla testimonianza orale; un tempo radicato nel dna emotivo dell’umanità, in cui l’esempio da seguire era costituito dalle gesta degli eroi. Patrizia Cavalli ci ricorda l’universalità dei sentimenti, la perpetua bellezza degli slanci emotivi, il fascino dell’utopia, la ricerca continua di una mediazione con la quotidianità. Un linguaggio molto diverso da quello dell’epica classica eppure carico di una lirica eloquente e rappresentativa del desiderio di eccellenza e unicità dell’individuo.

Patrizia Cavalli è nata a Todi e vive a Roma. Presso Einaudi ha pubblicato Le mie poesie non
cambieranno il mondo (1974), Il cielo (1981), Poesie (1992), Sempre aperto teatro (1999 ),Pigre divinità e pigra sorte (2006), Datura (2013). Per il teatro ha tradotto La tempesta, Sogno di una notte d'estate (Einaudi, 1996), Otello, La dodicesima notte, poi raccolti in Shakespeare in scena (nottetempo 2016), Salome di Wilde (Mondadori, 2002) e Anfitrione di Molière (Einaudi 2010). Presso le edizioni Voland è uscito nel 2012 Al cuore fa bene far le scale, un libro con cd di poesie e canzoni. Quodlibet ha appena pubblicato Flighty Matters con sei poesie e un racconto sulla moda accompagnati da riproduzioni dei manoscritti originali.

Il reading è ad ingresso libero fino ad esaurimento posti; è decisamente consigliabile prenotare allo 011.0062713; segreteria@pinacoteca-agnelli.it .
Giovedì 27 aprile la Pinacoteca Agnelli resterà eccezionalmente aperta alle visite sino alle ore 21.00.

Maggiori informazioni sulla mostra "Il viaggio dell'Eroe" al seguente indirizzo:
http://sguardisutorino.blogspot.it/2017/03/dal-24-marzo-il-mito-delleroe-greco-e.html