lunedì 25 giugno 2018

Quanto conosciamo il pianeta rosso? Ce lo spiega l'astronomo Walter Ferreri al Circolo dei Lettori, in dialogo con il giornalista scientifico Piero Bianucci


Il pianeta Marte ci affascina da sempre: da quando con un po' di fantasia si pensava fosse la sede di una vita evoluta, anche superiore alla nostra, fino alle conoscenze che hanno fornito le moderne sonde spaziali. Fra i pianeti del nostro Sistema Solare è quello più interessante da esplorare direttamente, anche se si sta dimostrando meno simile alla Terra di quanto si pensasse in passato. Certamente sarà il primo pianeta su cui sbarcheremo.

Se anche voi siete affascinati da questo argomento, non perdetevi la conferenza dell'astronomo Walter Ferreri in programma martedì 26 giugno alle ore 18, per presentare il suo libro "Marte. Il lungo cammino verso la conoscenza del pianeta rosso", in dialogo con il divulgatore scientifico Piero Bianucci
Ferreri ripercorrerà l’affascinante storia della scoperta di Marte e traccerà alcune linee guida pratiche per gli appassionati che desideranno osservarlo direttamente nel grande avvicinamento del 2018.

Walter Ferreri è astronomo dell’Osservatorio di Torino dove si occupa di strumentazione e di corpi minori del sistema solare. In quest’ambito ha al suo attivo la scoperta di diverse decine di asteroidi. È direttore scientifico della rivista «Nuovo Orione» ed è autore di una ventina di libri di argomento scientifico. L’Unione Astronomica Internazionale ha dato il nome«Ferreri» al piccolo pianeta 3308EP.


 

Alla Bibliomediateca "Mario Gromo" la mostra SICARIUS di Ada Visser, racconto fotografico noir tra i vincitori del bando FUORIFUOCO del Museo Cinema di Torino

Nello spazio espositivo della Bibliomediateca Mario Gromo, fino al 29 giugno 2018 continua la mostra SICARIUS di Ada Visser, un racconto fotografico, uno storyboard, che ripropone le estetiche della cinematografia contemporanea noir
 
Si tratta del terzo dei tre progetti vincitori del bando FUORIFUOCO, nell'ambito della prima edizione di Fo.To - Fotografi a Torino. FUORIFUOCO è il bando promosso dal Museo Nazionale del Cinema e riservato ai giovani fotografi in età compresa tra i 18 e i 31 anni, nato con l’intento di diffondere la produzione fotografica nelle sue molteplici accezioni, offrendo uno spazio di dialogo e confronto, ad una generazione di autori spesso esclusi dai circuiti più istituzionali. 
 
La storia raccontata in SICARIUS di Ada Visser è quella dai toni allucinati di un ragazzo giovane, di 30 anni circa, che tenta il suicidio. Si risveglia in una camera di una clinica psichiatrica e qui viene rievocata la storia che lo ha condotto a tentare di togliersi la vita: una strage di bambini ed adulti durante una festa in cui lui era il clown. Sicarius, il ragno più velenoso al mondo, è il soprannome datogli dai pazienti della clinica.

Ada Visser è nata a Rovigo il 23 gennaio 1992. Dopo il diploma superiore ha frequentato la Libera Accademia Belle Arti di Brescia, dove ha seguito il corso di fotografia, laureandosi nel 2016. Ha realizzato numerose mostre di fotografia personali e collettive, occupandosi al contempo di grafica, video, teatro e musica. Nel 2017 è uno dei tre vincitori del bando FUORIFUOCO indetto dal Museo Nazionale del Cinema.