lunedì 22 maggio 2017

Il film storico "I 26 martiri del Giappone", ispiratore di Silence di Scorsese, in programma al Cinema Massimo

Per tutti gli appassionati di storia giapponese questo sarà un appuntamento di sicuro interesse. Martedì 23 maggio il Cinema Massimo (via Verdi 18) propone alle ore 20,30 la proiezione della rarissima pellicola "I 26 martiri del Giappone" (Junkyo kesshi nihon nijuroku seijin) di Ikeda Tomiyasu,  recentemente ritrovata (Giappone 1931, 74’, DCP, b/n).

La trama è ambientata nel 1597 e racconta la fine dell'esperienza della prima evangelizzazione del Giappone, iniziata nel 1549 dal gesuita San Francesco Saverio. Il film inizia con lo sbarco in Giappone del francescano spagnolo Pedro Bautista, inviato dal governatore delle Filippine, e si chiude – dopo la decisione del Governo imperiale di porre fine alle conversioni e perseguitare i cattolici – con il martirio finale.

L'importanza di questa pellicola è notevole non solo dal punto di vista storico; si tratta infatti del film che ha recentemente ispirato il bellissimo "Silence" di Scorsese, oltre che il libro da cui quest'ultimo è stato tratto, ossia il romanzo di Shusaku Endo.

Proprio mentre in Italia stava per uscire il film di Scorsese, l'Archivio nazionale cinema d'impresa - Centro sperimentale di cinematografia, al quale la Congregazione dei Salesiani ha affidato il proprio archivio filmico, ha "scoperto" una copia d'epoca - con musica d’accompagnamento registrata - di "I 26 martiri del Giappone", un film muto dimenticato che narra la stessa vicenda. Questo presenta un’ambientazione appena precedente a quella di Silence, gli stessi luoghi e molte ricorrenze, a cominciare dalla scena della crocifissione dei 26 martiri. Il film venne probabilmente fatto circolare dai salesiani attraverso il loro circuito. Si tratta dell'unica versione in 35mm del film attualmente conosciuta: un'altra, in 16, è conservata alla Cineteca di Tokyo. Il film sarà presentato al pubblico da Sergio Toffetti e Dario Tomasi

Ingresso 3.00 euro.

Altre informazioni:   www.museocinema.it

24 castelli e dimore storiche tornano visitabili ogni ultima domenica del mese con Turismo Torino e ADSI


Preparatevi ad andar per castelli... Perchè per il quinto anno torna l'iniziativa "Castelli e dimore storiche" ideata da Turismo Torino e Provincia per promuovere il patrimonio storico-culturale rappresentato dai molteplici castelli e dimore storiche della Città Metropolitana. A partire da domenica 28 maggio e poi fino a settembre tutte le ultime domeniche del mese (25 giugno, 30 luglio, 27 agosto e 24 settembre) potrete scegliere una delle tante visite ai 24 castelli e dimore storiche nel territorio del Canavese, Pinerolese, Collina Torinese e Val Susa, che con la collaborazione dei proprietari dei Castelli, dei Comuni coinvolti e, per il territorio Pinerolese, dell’Associazione Dimore Storiche aderenti all’ADSI, hanno deciso di aprire le porte al pubblico di curiosi ed appassionati con iniziative particolari, fra cui eventi e attività di animazione.
E quest'anno si sono aggiunti alla lista il castello di Foglizzo , il castello di Rivara-Museo d’arte contemporanea, Palazzo D’Oria di Ciriè con la sua quadreria e l’antica Biblioteca ed il castello di Moncalieri con la visita serale al suo Giardino delle Rose.

Eccovi l'elenco dei Castelli visitabili:

Palazzo dei Conti Filippa a Castagnole
Territorio del CANAVESE

- Castello Ducale di Agliè
- Castello e parco di Masino a Caravino
- Palazzo D’Oria di Ciriè
- Castello di Foglizzo
- Castello di Parella (visite su prenotazione)
- Castello di Rivara – Museo d’arte contemporanea
- Castello di Malgrà di Rivarolo C.se

Territorio del PINEROLESE 

- Palazzo dei Conti Filippa a Castagnole P.te
- Castello di Macello
- Castello di Osasco 
- Castello di Piobesi T.se
- Villa Lajolo di Piossasco
- Castello di Miradolo a San Secondo di Pinerolo
- Castello di Marchierù a Villafranca P.te (visite su prenotazione)
- Castello della Rovere di Vinovo
- Castello dei Marchesi di Romagnano a Virle P.te (visite su prenotazione)
- Palazzotto Juva a Volvera

Territorio della COLLINA TORINESE  
Castello Cavour di Santena

- Dimora storica e Giardino delle Erbe Aromatiche - Casa Zuccala a Marentino
- Giardino delle rose del castello di Moncalieri (apertura solo serale)
- Castello di Pralormo
- Palazzo Grosso di Riva presso Chieri
- Castello Cavour di Santena

Territorio della VALLE DI SUSA

- Castello e Borgo Medievale di Avigliana
- Torre e Ricetto di San Mauro di Almese

Per informazioni dettagliate su ogni singolo castello e per scoprire le interessanti proposte di eventi e manifestazioni consultate:   www.turismotorino.org/it/weekendneicastelli