lunedì 27 febbraio 2017

A Palazzo Reale torna visibile la Cappella di Carlo Alberto opera del Palagi, completamente restaurata

Da oggi i visitatori di Palazzo Reale avranno la possibilità di visitare, lungo il percorso di visita al piano nobile, un piccolo gioiello in più: è la Cappella privata di Carlo Alberto, adiacente alla Sala delle Udienze, che è stata appena riportata ai massimi splendori grazie agli interventi di restauro condotti tra il settembre e il dicembre 2016, frutto di un protocollo di intesa  tra Musei Reali e Consiglio Regionale del Piemonte che prosegue nel tempo con progetti di recupero e di valorizzazione degli spazi e delle decorazioni del Palazzo Reale.
La minuscola cappella (m 2,11x2,95x4,40h) venne progettata fra il 1838 e il 1939 da Pelagio Palagi, appositamente per creare un luogo di raccoglimento degno del sovrano, che in quegli anni aveva programmato una campagna di ristrutturazioni in molte residenze reali, fra Torino e Racconigi. Il bellissimo altare in stile quattrocentesco presenta elementi neo-medievali come le colonnine laterali tortili, fra cui spicca la Cena di Emmaus, un bassorilievo in cui è rappresentato Gesù di fronte ai discepoli nell'atto di benedire il pane. Sovrastante l'altare, completamente rivestito d'oro, fa magnifica mostra di sè una tela dipinta personalmente dal Palagi, raffigurante la Sacra Famiglia con l'aggiunta di un San Giovannino. 
Il restauro effettuato dalla Doneux, con la direzione di Maria Carla Visconti e Franco Gualano, ha interessato tutto il complesso della cappella, tela e tappezzerie comprese. A tutto vantaggio dei visitatori, che da ora in poi potranno ammirarla in tutto il suo ritrovato splendore.

Nessun commento:

Posta un commento