lunedì 6 febbraio 2017

Da martedì 7 al Cinema Massimo "Il Disprezzo" di Godard per "Il cinema ritrovato al cinema"

Uno dei film simbolo della Nouvelle Vague sarà il protagonista del mese di febbraio della rassegna "Il cinema ritrovato al cinema", presso la sala Tre del Cinema Massimo (via Verdi 18) a partire da martedì 7. Il titolone è "Il disprezzo" (Francia/Italia 1963, 105’, DCP, col., v.o. sott.it.) di Jean-Luc Godard, proposto in collaborazione con la Cineteca di Bologna


Per la prima volta in sala il director’s cut di un classico della Nouvelle Vague, all’epoca stravolto dalla produzione (per l'edizione italiana Carlo Ponti lo fece scorciare di una ventina di minuti). Il romanzo di Moravia diviene il pretesto per uno dei film più lineari e narrativi di Godard, dove il paesaggio mediterraneo e marino offre un sontuoso contrasto alla volgarità del milieu cinematografico e all'amarezza della fine di una coppia. Tra Cinecittà e una Capri dai colori irresistibilmente pop, Michel Piccoli lavora sul set di un improbabile adattamento dell’Odissea (l'aristocratico regista è Fritz Lang che interpreta se stesso), mentre la moglie Brigitte Bardot è corteggiata dal produttore.

Sarà visibile nelle seguente date:

Martedì 7, 14 e 28 febbraio, ore 20.30/22.30
Mercoledì 8, 15 e 22 febbraio e lunedì 20 febbraio, ore 16.00
Martedì 21 febbraio, ore 15.00

Ingresso 7.50/5.00 euro.

Altre informazioni:   www.museocinema.it


Nessun commento:

Posta un commento