lunedì 20 febbraio 2017

"Reali Sensi", ovvero come visitare le Residenze Reali attraverso i 5 sensi

Come molti di voi avrete già appreso dai miei post su Facebook, ieri ho passato un'intera domenica immerso nella cultura, grazie alla preview di Reali Sensi, che ha toccato alcune delle residenze reali di Torino e dintorni: Palazzina di Caccia di Stupinigi, Villa della Regina, il Museo Archeologico dei Musei Reali, il Borgo Castello di La Mandria e il Castello di Rivoli. Un tour un po' faticoso da effettuare in un'unica volta, ma decisamente appagante dal punto di vista didattico. Perché se già è bello visitare una residenza sabauda in modo "normale", poterne apprezzare i particolari attraverso i cinque sensi rende l'esperienza molto più coinvolgente.
L'idea di Reali Sensi è nata in seno a Turismo Torino e Provincia e dal desiderio di valorizzare e promuovere il circuito delle Residenze Reali della Regione Piemonte, in occasione del 20°anniversario del loro inserimento nella Lista del Patrimonio Mondiale UNESCO. (per i dettagli visualizzate il mio precedente articolo al link: http://sguardisutorino.blogspot.it/2017/02/con-reali-sensi-alla-scoperta-delle.html  ). Per far ciò si sono stabiliti dei percorsi guidati, molti dei quali gratuiti, che vengono affrontati coinvolgendo ogni volta un senso diverso. Ieri ad esempio abbiamo provato a bendarci ed a "toccare con mano" alcuni oggetti presenti al Castello di Rivoli, per capire almeno in parte quali possano essere le sensazioni di un non vedente in visita al museo (esperienza che può sembrare banale, ma che in realtà vi lascerà impressioni forti); oppure abbiamo effettuato a Stupinigi un tour "olfattivo" per imparare quali fossero le fragranze più apprezzate nel Settecento, con tanto di figuranti dell'associazione Le vie del Tempo e l'intervento degli esperti del Muses, l'Accademia Europea delle Essenze di Savigliano. A Villa della Regina abbiamo "visto" come l'intera architettura, voluta dal Cardinal Maurizio, sia stata costruita con l'utilizzo di tecniche ed artifizi per farla apparire più maestosa, arrivando ad impiegare l'anamorfosi ed un massiccio uso dei trompe l'oeil. Ed ancora nel Castello del Parco La Mandria, famoso per essere stato la residenza della Bela Rosin, alcuni brani musicali sono stati abbinati alle opere esposte per svelarne particolari legati alla loro storia. Infine il gusto è stata la tematica sviluppata al Museo Archeologico dove, oltre ad apprendere usi e costumi alimentari delle antiche popolazioni locali, partendo dai numerosi manufatti conservati in sede, abbiamo partecipato ad un laboratorio didattico per preparare il "moretum", una rustica crema di formaggio di pecora aromatizzata con erbe pestate nel mortaio.
Queste e molte altre esperienze simili le potrete fare anche voi singolarmente a partire da marzo: per i primi due mesi saranno incentrate sulla vista, poi a cadenza bimestrale sugli altri sensi. La prenotazione va effettuata sul sito ufficiale già operativo www.residenzereali.it , con il consiglio di affrettarvi perché il numero di posti non è certo illimitato.

Vi presento qui di seguito il programma di marzo ed aprile:

Appartamenti Reali Castello de La Mandria
“Panorami e vedute”
28 marzo e 11 aprile - 4€
Luoghi straordinari raccontati attraverso grandi capolavori d'arte. Attraverso la lettura di alcuni capolavori d’arte raccolti dal primo re d’Italia e presenti nel Museo degli Appartamenti Reali de La Mandria si avrà l’occasione di conoscere importanti personalità artistiche che firmarono vedute di bellissimi luoghi e città: da Porto Venere alle antichità dei Fori Imperiali sino alla regione dello Zuiderzée olandese.

Castello del Valentino
4 Marzo e 1 aprile - gratuita
L’Itinerario culturale guidato al Castello del Valentino. La vista propone un percorso tematico mirato a leggere le prospettive visuali che hanno segnato il progetto architettonico di Carlo e Amedeo di Castellamonte nel Seicento, inserendo il Valentino in un contesto territoriale esteso da Torino, nella direzione di San Salvario e Porta Nuova, alla collina, dove è collocata la vignadi Cristina di Francia, figura centrale per comprendere il palazzo. All’interno, nei due appartamenti, i dipinti saranno presentati focalizzando l’attenzionesulla percezione di paesaggi e città raffigurati dagli artisti di origine lacuale.
La descrizione privilegerà storie dei miti centrati sul senso della vista.

Castello di Govone
“Tulipani a corte”

26 marzo - gratuita
La manifestazione "Tulipani a corte" all'interno del Parco del Castello di Govone, è stata ideata per valorizzare la splendida fioritura dei tulipani selvatici (Tulipaoculussolispraecox Ten.) che crescono spontaneamente nel parco storico del Castello, ove questa specie in via di estinzione, ma protetta da una legge regionale, ha trovato il suo habitat ideale e si è ampiamente diffusa. In questa storica ed affascinante cornice si festeggerà l’inizio della primavera con romantiche passeggiate fra i tulipani, musiche, mostre d’arte, spettacoli all’aperto per bambini, sfilate di figuranti in costume d’epoca, visite guidate al castello, e alle antiche chiese. Accesso al parco libero, Ingresso al castello € 5,00.

Castello di Moncalieri - Giardino delle Rose
“Che cosa vedono gli altri sensi”

8 aprile - gratuita
Conferenza/laboratorio che si terrà all'aperto, condotta da Francesco Fratta.

Castello di Racconigi
"Visti da vicino"

7 e 21 marzo –4 aprile - gratuita
Con l'attività proposta il Castello di Racconigi intende offrire al pubblico la possibilità di conoscere in maniera più diretta ed approfondita alcuni dei capolavori delle sue collezioni. Con l'ausilio di uno storico dell'arte che accompagnerà il visitatore durante il percorso si potrà ammirare un’opera di volta in volta selezionata dotata per l'occasione di una adeguata illuminazione per consentirne una migliore visione. La stessa verrà collocata a distanza ravvicinata in modo che il pubblico sia messo nelle condizioni di poterne apprezzare tutti i dettagli.
Martedì 7 marzo: S. Anguissola e aiuti, Ritratto di Principessina di Casa Savoia.
Martedì 21 marzo: M. Gordigiani, La Contessa di Castiglione.
Martedì 4 aprile: G. Duprà, Ritratto di Vittorio Amedeo III.

Castello di Racconigi
Orizzonti: "Le meraviglie del castello, viste dall'alto"

12 e 26 marzo – 9 e 30 aprile – 3€
Un'esperienza unica, il Castello come non è mai stato visto prima. Un percorso ascetico che porta il visitatore alla scoperta di una porzione del terzo piano (la grande quadreria) e che si conclude con una "scalata" mozzafiato! Salendo da una delle scale a chiocciola realizzate da Guarino Guarini, per giungere sul torrione ovest del castello, riscoprendo la "luce", con un bel vedere a 360 gradi che consentirà di "toccare con mano" il Monviso, di vedere le cicogne ed i cicognini dall'alto, di scorgere tutto il parco del castello e di godere del paesaggio a perdita d'occhio (obbligatorio caschetto fornito dal castello e scarpe comode).

Castello di Rivoli
Disegnamo l'Arte: "CALEIDOSCOPIO"

8 e 9 aprile – 4€
Attraverso l'uso di lenti speciali e di un singolare strumento -un mix tra cannocchiale e caleidoscopio- si catturano le strutture geometriche degli stucchi e le ricche decorazioni della residenza Sabauda, creando la giusta attenzione e concentrazione sui dettagli e sulle fantasmagoriche figure che campeggiano sui muri del Castello di Rivoli. Un modo nuovo per catturare dettagli di storie e racconti che vivono come un libro aperto sulle pareti delle sale storiche e che diventano visibili grazie alla costruzione del cannocchiale/caleidoscopio che farà fare una visita con il naso all’insù a tutti i partecipanti che curiosi cattureranno immagini e scopriranno nuovi modi di guardare, osservare e vedere.

Castello Ducale di Agliè
“Guardare attraverso”

04, 11, 18 e 25 marzo – 1, 8, 15, 22 e 29 aprile - gratuita
Nel piano di rappresentanza una visita particolare che insegna a guardare attraverso gli oggetti, concepiti come finestre per allargare lo sguardo ad altri mondi: il significato del colore nei pezzi orientali, le vedute di paesaggio in rapporto con le visuali del castello, il boccascena del teatrino come passaggio alle infinite storie raccontate negli spettacoli.

Musei Reali - Galleria Sabauda
"Guardare,vedere. Significati di un senso"

2 e 16 marzo – 6 e 20 aprile - gratuita
Il percorso mostra come il senso della vista, nelle sue molteplici valenze, tanto fisiche quanto simboliche, è stato rappresentato nell’arte, dai dipinti religiosi del Rinascimento italiano alle vedute topografiche del secolo dei lumi passando attraverso la pittura di Antonio e Piero Benci detti del Pollaiolo e di Bernardo Bellotto.

Musei Reali –Museo Archeologico

"Quando le statue erano colorate"

30 marzo - gratuita
Le statue antiche non erano tutte di candido marmo. Un uso sapiente di pietre scelte proprio per il pregiato cromatismo e un’accesa policromia, che dipingeva le vesti e i volti, ha caratterizzato tutta l’arte dell’antichità: ne sono straordinari esempi il torso di imperatore in porfido rosso della collezione Drovetti, la copia romana dell’amazzone di Fidia in basalto verde, le tracce di colore conservate sulle teste cipriote e i rilievi assiri.

Musei Reali –Palazzo e Armeria Reale
"Luce dei miei occhi. Il Palazzo e l'Armeria Reale tra percezioni visive, coinvolgimento emotivo ed evoluzione tecnologica"

9 e 23 marzo – 13 e 27 aprile - gratuita
Inseguendo il meccanismo della Meraviglia guidati dalla Luce, la “divinità” più amata del Settecento, si andrà alla ricerca dei cangianti riflessi, riverberi e scintillii che impreziosiscono superfici dorate, candidi intonaci, marmi policromi, tessuti preziosi, vetri, specchi, cristalli, ceramiche, argenti, lacche e, non ultime, le affilate armi bianche e le sfavillanti armature. Dall’illuminazione naturale alle candele, dalle lampade a gas a quelle elettriche, si cercherà di vivere la luce sia emotivamente sia razionalmente, per comprenderne il duplice valore simbolico-spettacolare e funzionale.

Museo Nazionale del Risorgimento
"Sguardi risorgimentali"

11 marzo e 22 aprile – 4€
Un viaggio nel racconto dell'Italia unita per conoscere grandi personaggi ma anche uomini e donne comuni che hanno pensato, sognato e desiderato di abitare in un unico grande paese.

Palazzina di Caccia di Stupinigi
"Gli occhi degli abitanti". Gli sguardi dipinti della palazzina in uno scatto

25 marzo e 25 aprile – 5€
Una visita, un racconto, un laboratorio. Un percorso in cui soffermarsi a cogliere un immagine dagli apparati decorativi del luogo. A tutti i partecipanti sarà poi richiesto di inviare i loro scatti che verranno pubblicati nel sito e nella pagina della Palazzina.

Palazzo Carignano - Appartamento dei Principi di Carignano
"In particolare: guardiamo il particolare nelle boiseries dorate dell'Appartamento dei Principi"

4 e 25 marzo – 1 e 29 aprile - gratuita
La speciale visita guidata accende i riflettori sulle boiseries degli Appartamenti dei Principi e sui loro particolari. Cosa sono le boiseries, come si realizzano e quali tecniche vengono adoperate per rendere i diversi tipi di effetti (satinato, reticolato etc.).

Palazzo Madama
“Una Reggia di 2000 anni”

30 aprile – 4€
Prendendo le mosse dallo scavo archeologico condotto nel 1884 da Alfredo d’Andrade nella Corte Medievale di Palazzo Madama, i visitatori osserveranno lo scavo romano e osserveranno i cambiamenti apportati al castello in epoca medievale e barocca. Il percorso si concluderà sulla Torre Panoramica dove si osserverà Torino in un unico sguardo che abbraccia i principali monumenti di ieri e di oggi: un punto di osservazione unico in cui la civiltà dell’uomo si confronta con la presenza millenaria di montagne e colline e con le nuove trasformazioni urbanistiche delle zone industriali. La Torre Panoramica è provvista di pannelli visivi e tattili che permettono di esplorare il paesaggio anche alle persone con disabilità visiva e di godere della vista panoramica sulla città; attraverso QR code e RFID è possibile scaricare video con narrazioni audio e interpretazione in LIS Lingua Italiana dei Segni dedicati alla veduta dalla Torre.

Reggia di Venaria
"Il Re e gli origami. Occhi di carta per leggere le meravigliose architetture della Reggia con occhi diversi"

2 e 23 aprile – 6€ under 12 gratis
La visita è l'occasione per scoprire le forme geometriche nascoste nelle meravigliose architetture della maestosa residenza, per poi modellarle con tecniche origami. Attraverso una lettura inedita della
Reggia, i visitatori saranno coinvolti in una divertente caccia al tesoro di forme e poi invitati a modellare un origami che mette inrisalto le peculiarità architettoniche di alcuni spazi dellaresidenza, aprendo così gli occhi ad un nuovo modo di osservare.Il percorso nasce ed è coordinato da un gruppo di architetti e di matematici del Politecnico, in collaborazione con La Venaria Reale.

Villa della Regina
"Vero o Falso: la verità apparente della vista…scopriamo l'inganno…"

08, 15, 22, 29 marzo – 05, 12, 19 e 26 aprile - gratuita
Visita tematica alla scoperta delle illusioni ottiche spaziali, decorative ed architettoniche del settecentesco compendio villa/giardino.




Nessun commento:

Posta un commento