venerdì 3 marzo 2017

Alla Fusion Art Gallery inaugura sabato 4 la personale "black bag notes / 2010 - 2017" di Manuela Macco

Sabato 4 marzo alle ore 19 verrà inaugurata alla Fusion Art Gallery (Piazza Peyron 9/g) la mostra personale di Manuela Macco "black bag notes / 2010 - 2017", artista torinese che realizza performance, video, immagini ed installazioni e cura insieme a Guido Salvini il progetto tpa/torinoPERFORMANCEART.
Nell'esposizione alla Fusion, che fa parte della piattaforma di gallerie torinesi COLLA e rientra nel circuito NEsxT Independent Art Network e ContemporaryArt Torino+Piemonte, vengono proposti i lavori degli ultimi sette anni dell'artista. 

"Manuela Macco si nega attraverso gesti attivi minimi e austeri" - spiega la curatrice della mostra Barbara Fragogna - "che si collocano ai margini dell’attenzione dello sguardo. Sia si tratti della più consistente produzione performativa (video performance, performance) che di frammenti estrapolati da flussi di attività intellettuale (foto, documenti, oggetti), il suo lavoro ci costringe a focalizzare il pensiero oltre l’estetica dell’immagine di modo che l’apparente staticità visuale apra in noi finestre inattese di percezione meditativa. Allora, ipnotizzati dal riflusso, dal mormorio, dal gesto morbido, dobbiamo partecipare, magari ondulando (come l’acqua del Rodano), senza nemmeno accorgerci in coscienza di esserne attori/protagonisti: risultiamo automaticamente parte dell’opera. L’artista non tenta di gratificarci in alcun modo, ci (e si) mette volentieri a disagio, nega la narrazione, nega (spesso) il suo sguardo (ermeticamente), nega l’ovvio e costruisce l’opportunità di intuire, attraverso pochi elementi poveri/quotidiani/comuni, che c’è un immenso retroscena concettuale che è la base della sua ricerca. La consapevolezza di sé come donna e artista è l’imprescindibile chiave di lettura del suo lavoro. Questa consapevolezza è sensualmente palpabile come, attraverso l’intuizione, è intelligibile un testo poetico".


Manuela Macco nasce a Biella nel 1970. Laureata in Storia dell’Arte Contemporanea presso l’Università di Torino lavora come artista visiva, con la performance, il video, la fotografia e l’installazione. Vive a Torino. Nel corso della formazione universitaria approfondisce la storia della performance art e si interessa di approcci femministi alla storia e alla critica d’arte. Parallelamente, oltre che all’apprendimento della pittura, si dedica per oltre un decennio allo studio della danza contemporanea e di altre tecniche di movimento. Dalla fine degli anni novanta comincia a ideare azioni basate sull’uso del proprio corpo sviluppando un linguaggio che si colloca inizialmente a metà strada tra performance art e coreografia. Dalla metà degli anni 2000 ricerca prevalentemente nell’ambito dell’arte visiva. Attualmente il suo lavoro, pur partendo dal corpo, si focalizza sull’uso di media differenti che, a seconda del progetto, possono includere la fotografia, il video, il disegno, l’installazione e la performance. Centrale nella sua ricerca è l’indagine sul corpo inteso sia come strumento di espressione e di conoscenza, sia in quanto fatto politico e socio culturale. La sua opera affronta questioni che la coinvolgono direttamente come l’essere donna e l’essere artista. Dal 2008 tiene seminari di teoria e pratica della performance art presso varie università, tra cui l’École Supérieure de l’Agglomération d’Annecy, l’Accademia Albertina di Belle Arti, l’Università Degli Studi di Torino. In qualità di curatrice ha ideato e organizzato eventi dedicati alla performance art e mostre incentrate su tematiche di genere. Nel 2012 ha fondato il progetto torinoPERFORMANCEART di cui è tutt’oggi co-direttrice e co-curatrice. Ha partecipato a numerosi progetti internazionali di residenza, festival e mostre.
Collabora regolarmente con l’artista Guido Salvini. Oltre a supportarsi a vicenda nei rispettivi progetti individuali, i due artisti lavorano a progetti comuni, sia artistici che curatoriali. Nel 2008 costituiscono il collettivo Macco-Salvini, dal 2013 curano congiuntamente il torinoPERFORMANCEART.
ORARI: dal 4.3 al 1.4.2017 // Gio - Sab // 16 - 19.30 e su appuntamento

INFO: info.fusionartgallery@gmail.com
tel: 0039 349 3644287
www.fusionartgallery.net

Nessun commento:

Posta un commento