martedì 7 marzo 2017

APPROFONDIMENTI: L'appartamento della Regina Elena al Palazzo Reale di Torino

La Regina Elena soleva abitare questo appartamento, situato al piano terra dei Palazzo Reale, durante i suoi soggiorni torinesi nella prima metà del Novecento, fino alla Seconda Guerra Mondiale. Precedentemente erano stati destinati nel '600 alle figlie di Vittorio Amedeo II e decorati da Bartolomeo Guidobono e Daniel Seiter, autore quest'ultimo anche della splendida volta dedicata al tema dei Quattro Elementi nella Sala di Parata. Gli affreschi delle stanze rappresentano bellissime scene mitologiche, con ricchi stucchi dorati, parati in seta alla cinese, porcellane, cristalli e un prezioso pavimento in marmi policromi. Risale invece al 1769 il terrazzo a gradinate con affaccio sui Giardini Reali, opera di Ignazio Birago di Borgaro, voluto per rendere più prestigiose le sale, che vengono ora destinate alla principessa Madama Felicita di Savoia, sorella di Vittorio Amedeo III. A seguito dell'intervento di Giuseppe Piacenza, allora architetto di corte, vengono inseriti elementi d'arredo di Giuseppe Maria Bonzanico. Molte le personalità importanti che hanno soggiornato in questo appartamento: ai tempi di Napoleone I, vi alloggia il governatore di Torino; nel 1857 l'Imperatrice Alessandra Fedorowna di Russia, vedova di Nicola I, e dal 1890 Maria Letizia Napoleone, Duchessa d'Aosta. 
Molto interessante la sala da bagno, decorata da delicati acquerelli eseguiti da Emma Biscarra, pittrice
specializzata in fiori, appartenente a un’importante famiglia di artisti attivi a Torino nel XIX secolo. Lungo il percorso, la tavola allestita e il dipinto di Edoardo Tofano che ritrae la Regina Elena, originaria del Montenegro, donna di grande cultura, appassionata di viaggi e fotografia. Sposa per amore di Vittorio Emanuele III nel 1896, Elena di Savoia è stata una delle sovrane più amate dal popolo per la sua profonda umanità e per il suo impegno in numerose iniziative caritatevoli. 

Nessun commento:

Posta un commento