venerdì 24 marzo 2017

Il movimento Futurista spiegato dallo studioso e poeta Max Ponte a Lombroso 16. Ingresso libero

Se siete appassionati del movimento Futurista e magari avete apprezzato la bella mostra in corso al Museo Accorsi-Ometto, vi consiglio di non perdervi l'appuntamento di sabato 25 marzo alle ore 21 con lo studioso, poeta e ricercatore Max Ponte, che si terrà presso Lombroso 16  (via Lombroso 16 a Torino) ad ingresso libero.
Ponte, che tra l'altro è autore di  svariate pubblicazioni sul Futurismo italiano, terrà infatti una lezione aperta della durata di circa 75 minuti sui vari aspetti della prima fra le avanguardie storiche, fondata da Marinetti nel 1909. In particolare si condurrà un'analisi inconsueta della politica e del progetto estetico futurista già presente nell'e-book "Potere Futurista" del 2015. Il libro parte dalle celebrazioni in occasione del Centenario del futurismo e riprende i fondamenti filosofici, culturali e letterari del credo marinettiano per riaprirne la questione politica e comprenderne meglio la visione del mondo o dell'universo. Chi era Marinetti? I futuristi erano fascisti? O forse nutrivano idee di sinistra? Qual era davvero il loro progetto? Perché i pittori futuristi sono oggi così noti e Marinetti è finito nell'oblio? Esiste un futurismo oggi? Questi alcuni degli interrogativi al quale si tenterà di rispondere durante questo incontro.
Non mancherà un'analisi del contributo futurista al mondo della pubblicità, ulteriore espressione dell'estetizzazione futurista della realtà e del desiderio di possedere l'esistente. Un tema già affrontato da Max Ponte in un incontro alla Sorbonne Nouvelle nel 2016 (conferenza "Les poètes et la publicité" con un intervento dal titolo "D'Annunzio et les futuristes").
Si affronterà infine, come ulteriore approfondimento di carattere letterario, il tema delle gare poetiche futuriste analizzato da Max Ponte in un saggio intitolato "Poetry slam and futurist poetry competitions" contenuto nel volume "International Yearbook of Futurism Studies" a cura di G. Berghaus (edito da De Gruyter nel 2016). Un soggetto già trattato a Jesi il 12 febbraio 2017 durante la conferenza sul futurismo organizzata da Euterpe. 

L'incontro sarà registrato e trasmesso da Ondivago Radio nei giorni successivi. 

In chiusura della serata sarete tutti invitati ad un piccolo rinfresco.

Per maggiori informazioni: pontemx@gmail.com
www.maxponte.blogspot.it

Nessun commento:

Posta un commento