lunedì 6 marzo 2017

Martedì 7 alle 18 Bruno Gambarotta legge dai "Quaderni dei Segreti" di Francesco Garnier Valletti

Un altro appuntamento nell'ambito dei festeggiamenti per i 10 anni di apertura al pubblico del Museo di Anatomia e del Museo della Frutta. Martedì 7 marzo alle 18 nell'Aula Magna di Anatomia (c.so Massimo d'Azeglio 52) il giornalista Bruno Gambarotta leggerà alcuni brani tratti dal “Quaderno dei segreti” di Francesco Garnier Valletti. Si tratta di una miscellanea di 732 pagine fitte di annotazioni, appunti e – in qualche caso – stralci di giornali che abbraccia gli ambiti più disparati del sapere e costituisce uno straordinario documento della cultura popolare di metà Ottocento.
Scoprirete così dalla voce dell'arguto giornalista de La Stampa i rimedi più popolari contro ogni sorta di malanno, piuttosto che le tecniche di coltivazione e di conservazione dei cibi, un abbozzo di dizionario russo-piemontese e persino un infallibile sistema per rendere fedele per sempre il proprio cane. Tutti contenuti nella "Raccolta di ogni sorta di segreti e ricette le più importanti e necessarie che desiderar si possano dagli più antichi fino ai moderni autori raccolti da Francesco Garnier Valletti di Torino nelle principali città e capitali d’Europa e trascritti a San Pietroburgo da altri suoi manoscritti nel 1846".


Francesco Garnier Valletti (Giaveno, 1808 – Torino, 1889), personaggio estroso, solitario, geniale, fu artigiano, artista, ma anche scienziato. Fu l’ultimo ineguagliato modellatore e riproduttore di frutti artificiali e spese la sua vita nella ricerca della perfezione nell’imitazione dei frutti, con l’intento, non solo e non tanto, di catturare e riprodurre in forme durature la fragile bellezza dell’effimero, ma volendo soprattutto essere, con la sua opera, di ausilio alla scienza agronomica.

L'incontro è ad ingresso libero fino ad esaurimento posti disponibili. 

Leggete il programma dei prossimi appuntamenti all'indirizzo:
http://sguardisutorino.blogspot.it/2017/03/tutti-gli-eventi-per-i-10-anni-dei.html

Nessun commento:

Posta un commento