venerdì 3 marzo 2017

Sabato 4 con Historia Subalpina si festeggia lo Statuto Albertino col gran ballo a Palazzo Reale

Domani  sabato 4 marzo i visitatori di Palazzo Reale che si aggireranno per le sale della magnifica residenza sabauda fra le 14 e le 18,30 compiranno un balzo indietro nel tempo, precisamente al 21 febbraio 1848. In tale data venne infatti organizzato un gran ballo per festeggiare la concessione dello Statuto Fondamentale della Monarchia di Savoia, più conosciuto come Statuto Albertino, che sarebbe poi stato ufficializzato il 4 marzo dello stesso anno, dal re Carlo Alberto di Savoia. Il balzo nel tempo avverrà grazie alla presenza dei figuranti di Historia Subalpina, che indossando bellissime vesti ottocentesche intratterranno il pubblico con danze e letture sullo statuto e sulla condizione della donna in quel periodo storico.
L'evento è tra l'altro compreso nel regolare biglietto d'ingresso ai Musei Reali e gratuito per i possessori dell'Abbonamento Musei e della Torino+Piemonte Card.

Un consiglio: approfittatene per dare un'occhiata anche alla Cappella privata di Carlo Alberto, appena restaurata; per approfondire, leggete il mio articolo al seguente indirizzo:
http://sguardisutorino.blogspot.it/2017/02/a-palazzo-reale-torna-visibile-la.html

Lo Statuto del Regno o Statuto Fondamentale della Monarchia di Savoia del 4 marzo 1848 (noto come Statuto Albertino dal nome del re che lo promulgò, Carlo Alberto di Savoia), fu la costituzione adottata dal Regno sardo-piemontese il 4 marzo 1848 a Torino.
Nel preambolo autografo dello stesso Carlo Alberto viene definito come «Legge fondamentale perpetua ed irrevocabile della Monarchia sabauda». Il 17 marzo 1861, con la fondazione del Regno d'Italia, divenne la carta fondamentale della nuova Italia unita e rimase formalmente tale, pur con modifiche, fino al biennio 1944-1946 quando, con successivi decreti legislativi, fu adottato un regime costituzionale transitorio, valido fino all'entrata in vigore della Costituzione, il 1º gennaio 1948.
Lo Statuto Albertino, in quanto costituzione flessibile, poteva essere modificato o integrato con legge adottata secondo la procedura ordinaria. Le leggi costituzionali infatti, sono presenti nell'ordinamento italiano solo a partire dalla Costituzione repubblicana del 1948 che è rigida. (Fonte: Wikipedia)

Nessun commento:

Posta un commento