venerdì 21 aprile 2017

Alla Fusion Art Gallery la personale "Summit Fever" dell'artista multidisciplinare berlinese Miriam Wuttke

Una nuova mostra verrà inaugurata (alla presenza dell'artista) sabato 22 aprile alle ore 19 presso la Fusion Art Gallery (piazza Peyron 9g a Torino). Si tratta della personale di Miriam Wuttke dal titolo "Summit Fever" che, attraverso lavori performativi, fotografici e installativi, affronta il difficile tema della perdita. Partendo da riflessioni sulla solitudine, l'ansia, il silenzio, il superamento dei confini, l'artista multidisciplinare berlinese intraprende un viaggio reale per raggiungere l'alta quota di una montagna, spingendosi ai limiti per raggiungerla ad ogni costo, nel compulsivo tentativo di superare se stessa e dare un senso alla sua vita. Le opere in mostra si possono suddividere in quattro sezioni, ciascuna delle quali rappresenta un particolare momento dell'ascesa e del ritorno. In "Push" Miriam Wuttke prende consapevolezza delle sue emozioni e inizia la salita, fuggendo dalla realtà quotidiana per raggiungere un luogo ove potersi isolare e riflettere. In "Go" l'artista prosegue ostinatamente verso la cima, stanando le bestie minacciose dei suoi reconditi disagi per portarli alla luce e quindi affrontarli. Ad aiutarla nell'impresa gli stessi paesaggi montani, con la loro solitudine, i crepacci, gli incontri fortuiti con edifici deturpati e tracce di un'antica civiltà. Il terzo passaggio è il raggiungimento della meta, della cima, del fine perseguito. I limiti del corpo sono in "Rest" paragonati a quelli del pensiero e certamente è necessario riposarsi, sgomberare la mente. Qui gli stimoli si addensano in ciò che, in fase successiva, diverrà documento e realizzazione. Ora che ci si sente eroici per aver effettuato l'impresa, ecco che si deve affrontare l'ultimo atto, quello del "Return", il ritorno. Ma con quali conseguenze? Se l'andata è stata un'autoanalsi e la vetta il raggiungimento di una pace transitoria, il ritorno non potrebbe essere paragonato alla morte? Se tutti i pensieri e i propositi raggiunti con l'ascensione decadessero per un ritorno alla banalità?

Miriam Wuttke è un'artista multidisciplinare e art therapist che vive e lavora a Berlino. E’ nata a Forchheim, in Germania. Dal 1996-2001 ha vissuto a New York City dove, oltre a sviluppare varie collaborazioni con artisti e istituzioni, ha frequentato l’Art Students League con Larry Poons, dal 2001-2006 ha frequentato la Fachhochschule Ottersberg col Prof Hermanus Westendorp dove ha conseguito il BA, diploma in Art Sciences. Vive a Berlino dal 2006. Le sue performances, i suoi lavori e i suoi progetti sono stati esibiti a New York, Berlino, Londra, Monaco di Baviera, Amburgo, Salisburgo, Miami, Poznan, Torino, Padova, Venezia e dOCUMENTA (13) di Kassel.

La mostra, ad ingresso libero e curata da Barbara Fragogna, fa parte di COLLA, la nuova piattaforma delle gallerie torinesi e rientra nel circuito di NEsxT Independent Art Network, con il supporto di Edizioni Inaudite. Sarà visibile fino al 20 maggio.

Orari di apertura: dal giovedì al sabato, dalle 16 alle 19.30 e su appuntamento
Info:+39 3493644287 | www.fusionartgallery.net | info.fusionartgallery@gmail.com


Nessun commento:

Posta un commento