martedì 25 aprile 2017

Una mostra alla Caserma Cernaia per celebrare l'arresto di Pinocchio da parte dei due Carabinieri

Se pensiamo alle avventure del celebre burattino nato dalla fantasia di Carlo Collodi,  rappresentate in un numero pressochè infinito di volte al cinema, nei libri illustrati e in televisione, è molto probabile che ci venga in mente anche il momento in cui Pinocchio viene arrestato da due Carabinieri, con l'accusa di aver creato scompiglio litigando con i suoi compagni. Una scena che nel libro è decisamente breve, ma che negli anni è stata declinata in mille modi diversi e attraverso vari generi artistici, proprio perchè rappresenta la necessità di infliggere una punizione esemplare a chi si sia macchiato di un reato. La cosa curiosa è che oggi ne sia nata una piacevole mostra, allestita (quale luogo migliore?) presso la Scuola Allievi della Caserma Cernaia (via  Cernaia 23 a Torino). Il titolo è chiarissimo: "Preso per il naso. Pinocchio e i Carabinieri". E conta oltre 80 opere tra sculture, dipinti, libri, marionette e cartoline, tutte rigorosamente improntate sul fatidico arresto del burattino. La mostra è curata da Franco Balducci e Antonio Attini; gli oggetti provengono da collezionisti privati, ma molti artisti hanno realizzato opere a tema specificatamente per l'esposizione. Una volta entrati nelle belle sale dell'Accademia, che meritano già di per sè di essere viste perchè raramente accessibili al pubblico, rimarrete stupiti nel costatare quanti oggetti siano stati prodotti sul tema, alcuni dei quali decisamente originali. Come il gioco dell'oca dedicato a inizi '900 al capriccioso burattino, in cui un'apposita casella rimanda il giocatore alla partenza proprio in seguito all'arresto dei Carabinieri; oppure i dischi in cartone o ceramica da ascoltare rigorosamente su un grammofono marchiato "La voce del padrone" e narranti parti della storia; e poi c'è la pellicola del film Disney in versione anni '40. Saranno soddisfatti anche gli appassionati di francobolli, visto che potranno acquistare un annullo filatelico creato ad hoc dalle Poste Italiane.

La mostra "Preso per il naso" sarà visitabile ad ingresso libero fino al 13 maggio nei seguenti orari: dal lunedì al sabato 9,30-12 e 14-18; la domenica 9,30-12.

Nessun commento:

Posta un commento