lunedì 1 maggio 2017

Al MAO si parla di Samarcanda, un sogno color turchese. Ingresso libero


E siamo al secondo appuntamento a cura de Il Mulino nell'ambito della mostra "Dall'antica alla nuova via della seta", in corso presso il MAO - Museo d'Arte Orientale (via San Domenico 11). Martedì 2 maggio, alle ore 18, si terrà l'incontro con il prof. Franco Cardini dal titolo: "Samarcanda. Un sogno color turchese".
Samarcanda è l’estrema tra le Alessandrie fondate dal re macedone; è la città delle fortezze e dei sepolcri; è il nodo carovaniero di maggior raccordo commerciale di terra fra Cina ed Europa; è la sede del Gur-Amir, tempio e santuario, centro del mondo dalla cupola turchese sotto la quale il grande Tamerlano dorme per sempre. Parla una lingua in cui coesistono e si contrappongono tre alfabeti - cirillico, latino, arabo - come specchio della lotta tra chi ancora guarda al vecchio colonizzatore russo, chi sostiene l’islamizzazione e chi vorrebbe giocare sino in fondo la carta dell’occidente. Si può dire che nessuna città ha un nome così evocativo: appena lo pronunci l’Oriente t’assale.

Franco Cardini è professore emerito di Storia medievale nell’Istituto Italiano di Scienze Umane e Sociali/Scuola Normale Superiore; è Directeur de Recherches nell’École des Hautes Études en Sciences Sociales di Parigi e Fellow della Harvard University. Per il Mulino ha tra l’altro pubblicato «Gerusalemme» (2012), «Istanbul» (2014), «Andare per le Gerusalemme d’Italia» (2015) e «Onore» (2016).

La conferenza è ad ingresso libero fino ad esaurimento posti ed è organizzata in collaborazione con Il Mulino, ToChina e Politecnico di Torino. I tagliandi gratuiti verranno distribuiti a partire da mezz’ora prima dell’inizio dell’appuntamento.

Per informazioni sulla mostra "Dall'antica alla nuova via della seta" e per consultare il programma degli eventi cliccate il seguente indirizzo:
http://sguardisutorino.blogspot.it/2017/03/una-grande-mostra-al-mao-sullantica-via.html

Nessun commento:

Posta un commento