domenica 7 maggio 2017

Arriva a Torino "reDISCOvery. Gli anni perduti di Nino Ferrer" al Le Roi Music Hall. Di e con Federico Sacchi

La maggior parte di voi lo ricorderanno per il suo più celebre successo discografico "La pelle nera", uscito ben cinquant'anni fa. Ma Nino Ferrer era molto di più di un semplice cantante. E lo potrete scoprire nel progetto "reDISCOvery. Gli anni perduti di Nino Ferrer", che approda a Torino lunedì 8 e martedì 9 maggio - dopo il debutto genovese, città natale di Ferrer - presso lo straordinario "Le Roi Music Hall", vero tempio del dancing e della musica anni '60, disegnato dal geniale architetto Carlo Mollino e oggi attivissimo grazie ai suoi proprietari Toni Campa e Luciana De Biase.
Gli anni perduti di Nino Ferrer, primo episodio di reDISCOvery, format di divulgazione musicale crossmediale sul web e dal vivo finalizzato alla riscoperta di grandi artisti caduti nell’oblio o mistificati, è “un’esperienza d’ascolto” condotta dal musicteller Federico Sacchi. Un’immersione nella musica come non l’avete mai vista e ascoltata che fonde storytelling, musica, teatro, video e nuove tecnologie. Non è “un omaggio a”, non è un revival: è un viaggio nel tempo che diventa, in scena, un vero e proprio documentario dal vivo. Tra le novità assolute utilizzate da Sacchi in scena, anche il guanto T8 prototipo, che consente la gestione on stage dei contributi audio/video appositamente creati per gli spettacoli.
Lo spettacolo vi permetterà di conoscere il vero Nino Ferrer, al di la della sua immagine più conosciuta, legata ai varietà del sabato sera e al Festival di San Remo. L'artista genovese ha raggiunto l'apice del successo in quattro anni, per poi scomparire improvvisamente dalle scene; ma in realtà ha avuto alle spalle una carriera quarantennale, affrontata con uno spirito ribelle e inafferrabile, disposto a tutto pur di essere libero. Anche a perdere il suo pubblico.

Il progetto è proposto dall’Associazione Docabout e ha vinto il bando "ORA! Linguaggi contemporanei, produzioni innovative" della Compagnia di San Paolo. ReDISCOvery ha inoltre ottenuto il contributo di Fondazione CRT ed è patrocinato dalla Città di Genova, dalla Città di Torino e dalla Film Commission Torino. L'iniziativa è autorizzata e sostenuta dalla Famiglia Ferrer.

Nino Ferrer. Compositore, autore, cantante, archeologo, pittore e uomo di lettere. Nato a Genova e francese di adozione, Nino Ferrer è una figura complessa e mai completamente compresa. Artista di culto in territorio d’oltralpe, nel nostro paese è noto più per i suoi successi in classifica tra il 1967 e il 1970 (uno su tutti La pelle nera) e per la sua carriera televisiva. In realtà Nino è stato uno dei più grandi visionari della musica europea, un genio ribelle paragonabile per eclettismo e qualità compositiva a giganti come David Bowie, Frank Zappa e Lucio Battisti.

Federico Sacchi, musicteller, vive a Torino. Grafico editoriale di formazione, si converte al settore
musicale per vocazione. Da più di tre lustri opera professionalmente in questo campo, svolgendo l’attività di divulgatore musicale, organizzatore d’eventi, produttore, mercante di dischi, critico musicale, presentatore e cantante. È autore e interprete della performance originale Le esperienze d’ascolto (tra i suoi lavori: Wonderful Visions. Il sogno di Martin Luther King secondo Stevie Wonder; Jugband Blues. Un trip sulle tracce di Syd Barrett; Hidden Roots. Gil Scott-Heron e le radici dell’Hip Hop; The Beatles (R)evolution. Come cambiarono il mondo), con cui è ospite di diversi festival. Dal 2013 è il consulente musicale del FuoriLuogo Festival e socio fondatore del centro culturale FuoriLuogo.


Prevendite online sul circuito Vivaticket.
Biglietti da 10 Euro più diritti di prevendita.

Altre informazioni al sito:  www.rediscovery.it

Nessun commento:

Posta un commento