domenica 14 maggio 2017

Narrazioni Jazz e Salone del Libro inaugurano in comune all'Auditorium Agnelli, parlando il siciliano

Sarà un'inaugurazione in comune quella delle due rassegne torinesi che infiammeranno il mese di maggio: Narrazioni Jazz e il 30° Salone Internazionale del Libro di Torino. Tutto inizierà fra pochi giorni, precisamente mercoledì 17 maggio alle ore 20, quando presso l'Auditorium Giovanni Agnelli si terrà lo spettacolo gratuito "Jass. Ovvero quando il jazz parlava siciliano" di Franco Maresco e Claudia Uzzo. L'unione non è ovviamente casuale, ma è un modo per intrecciare gli eventi delle due rassegne ed ampliare ancora di più il successo dei programmi "Jazz per la Città 2017" e "Torino Jazz Night", che per tutta la notte di sabato 20 maggio porteranno musica e letteratura nelle piazze, nelle strade e nei maggiori locali della città.
L'evento di inaugurazione trae spunto da un fatto riconosciuto come storico:  il centenario della registrazione del primo disco 78 giri di musica jazz, che cade proprio nel 2017; ad inciderlo fu Nick La Rocca, un siciliano di seconda generazione nato a New Orleans. Franco Maresco ne approfitterà per raccontare proprio la storia dei musicisti siculo-americani, che hanno permesso l'incontro tra le musiche di tradizione nera, come i gospel e le marce militari, con quelle siciliane, fatte di musica da banda, opera lirica e reminiscenze arabe. Lo spettacolo racconta quindi una storia che parte da Palermo e, a bordo del piroscafo Florio, attraversa l'oceano e da vita ad un genere musicale nuovo ed emozionante, chiamato Jazz. Attraverso una rappresentazione multimediale, ricca di video, foto e recitazioni, allietata dal clarinetto di Gabriele Mirabassi e dal piano di Salvatore Bonafede, gli spettatori apprenderanno i nomi quasi sconosciuti di Nick La Rocca (al secolo Domenico La Rocca), Vincent Rose (Vincenzo Cacioppo), Pete Rugolo (Pietro Rugolo), Joe Venuti (Giuseppe Venuti), ma anche di giganti come Frankie Laine (Francesco Paolo Lo Vecchio), Tony Scott (Anthony Joseph Sciacca), Louis Prima e Frank Sinatra, che lasciarono un segno indelebile nel firmamento della musica del Novecento. E non mancheranno i riferimenti a Mano Nera e Cosa Nostra, specializzata nel contrabbando di alcolici, così come ai film dei primi anni '10, che tradizionalmente descrivevano gli italiani come violenti e rissosi.

Come dicevo lo spettacolo è gratuito, ma vista l'importanza è seriamente consigliata la prenotazione, al costo di 5 euro. I tagliandi di ingresso ancora disponibili saranno distribuiti gratuitamente 45 minuti prima dell’inizio.

Maggiori info sul sito: www.narrazionijazz.it

Avevo parlato della manifestazione al seguente indirizzo:
http://sguardisutorino.blogspot.it/2017/04/presentato-oggi-alla-stampa-il-nuovo.html

Nessun commento:

Posta un commento