mercoledì 10 maggio 2017

Presentati oggi i 500 eventi del Salone Off 2017, diffuso in 250 luoghi di Torino e 10 comuni


È stata presentata stamane nello spazio Ex Incet di via Cigna 96/17 a Torino la 14a edizione del Salone Off, che espande il programma del 30° Salone del Libro in tutta la città di Torino e in 10 località dell'area metropolitana.
Sono intervenuti il Presidente della Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, Massimo Bray, il Vice-Presidente Delegato Mario Montalcini, l'Assessora alla Cultura della Città di Torino Francesca Leon, il Direttore editoriale del Salone Nicola Lagioia, e il Vice-Direttore editoriale e curatore del programma del Salone Off, Marco Pautasso, che ha illustrato il ricco cartellone della manifestazione. Ha introdotto la Presidente della Circoscrizione 6 della Città di Torino, Carlotta Salerno.
Il Salone Off 2017 è sostenuto dall'Assessorato alla Cultura della Città di Torino e si rivelerà come sempre un vero e proprio viaggio del corpo e dello spirito; un vero «Salone parallelo», con oltre 500 eventi in tutte le otto Circoscrizioni di Torino e 10 Comuni della Città Metropolitana: incontri con l'autore, reading, concerti, dj set, spettacoli teatrali, presentazioni e dibattiti. Quasi tutto a ingresso gratuito. Da quest'anno il Salone al Lingotto chiuderà i battenti alle ore 20.00. E la festa si sposterà immediatamente in tutta la città. In centro, in periferia, in luoghi aulici e luoghi insoliti, con un programma serale in compagnia di grandi artisti.Ci sarà anche spazio anche alla solidarietà, con le letture e gli incontri organizzati in sei ospedali torinesi e il progetto Voltapagina in quattro Istituti carcerari del Piemonte.
I luoghi d'incontro saranno i più disparati: biblioteche, librerie, teatri, ex fabbriche (come la Incet), circoli, caffè, gallerie, esercizi commerciali e parchi. Sarà possibile scoprire la "Città della Poesia", oppure abbandonarsi alle note della "Città della Musica" tra concerti e jam session; o ancora entusiasmarsi grazie alle visioni della "Città del Cinema" e della "Città dell'Arte". Piuttosto che sfamare corpo e mente nella "Città dei Sapori".
La cosa più semplice e conveniente da fare è visionare e scaricare il programma completo dal sito ufficiale: www.salonelibro.it

Nessun commento:

Posta un commento