mercoledì 21 giugno 2017

Al MEF in mostra 170 opere di Ettore Fico nel centenario della nascita


Il 21 settembre 1917 ricorrerà il centenario della nascita di Ettore Fico, pittore di origini biellesi molto amato a Torino. Proprio per questo importante anniversario il MEF - Museo Ettore Fico (via Cigna 114 a Torino) ha deciso di dedicargli una ricca retrospettiva esponendo alcune fra le sue più significative opere prodotte durante la sua lunga carriea. La mostra antologica, visibile dal 21 giugno al 17 settembre 2017 e curata da Andrea Busto, espone oltre centosettanta opere tra olii, tempere e acquerelli, disegni e incisioni eseguiti dai prima anni Trenta al 2004, anno della scomparsa. La mostra si snoda attraverso un articolato cammino che consente di delineare gli aspetti di un dipingere che da Cézanne a Braque, da Bonnard a Monet a Matisse, si dispiega attraverso un colore intriso di luce e una linea forte e robusta. Nelle sue opere Fico immortalava spesso i luoghi e le situazioni che maggiormente avevano segnato la sua esistenza: a cominciare dal periodo di prigionia ad Algeri, durante la guerra, piuttosto che la Liguria, Torino, la Costa Azzurra e la casa di Castiglione Torinese, considerata il suo “buen retiro”. Di questo luogo amava ritrarre soprattutto il giardino, luogo di incontri e di memorie, ma anche rifugio e di magici silenzi.
L’esposizione propone gli aspetti più inediti e di ricerca del lungo percorso artistico di Ettore Fico: dalle esperienze astratte a quelle più geometriche, dalle impressioni delineate da microscopici tocchi di colore puro alle pennellate materiche e informali. Opere di grande armoniosità che fin dal dopoguerra gli hanno aperto le porte di gallerie pubbliche e private, così come ad importanti appuntamenti culturali quali la Quadriennale di Torino e la VII Quadriennale Nazionale d’Arte di Roma del 1955.

Ettore Fico nasce a Piatto Biellese il 21 settembre 1917. Dopo i primi studi di pittura con il maestro Luigi Serralunga, parte per la Seconda Guerra Mondiale e dal 1943 al 1946 è prigioniero in Algeria. Nel corso della sua lunga carriera artistica partecipa a numerose esposizioni collettive nazionali e internazionali tra cui la Quadriennale d’arte di Roma (edizioni VII, VIII e IX), la Biennale Internazionale di Cracovia nel 1966, la Mostra di Artisti Italiani a Praga nel 1968 e la XXXIX Biennale Nazionale d’Arte Città di Milano. Muore a Torino il 28 dicembre 2004. Negli ultimi anni gli sono state dedicate numerose retrospettive in importanti spazi museali tra cui, la più recente, presso il MEF nel 2014, in occasione dell’inaugurazione del nuovo museo a lui dedicato. Oggi la Fondazione Ettore Fico, fondata nel 2004, si occupa di gestire e promuovere l’importante patrimonio artistico lasciato e la catalogazione delle opere in collezioni private e pubbliche.

La mostra ETTORE FICO - OPERE DAL 1935 AL 2004 NEL CENTENARIO DELLA NASCITA è visibile da mercoledì a venerdì 14-19; sabato e domenica 11-19.

Maggiori informazioni:   www.museofico.it

Nessun commento:

Posta un commento