sabato 1 luglio 2017

Con "Le Vie del Tempo" tutti in villeggiatura a Viù come nell'Ottocento


Tra il 1800 e il 1900 le Valli di Lanzo diventarono il luogo della villeggiatura del bel mondo subalpino: politici, aristocratici, capitani d’industria, letterati e belle signore, salivano in montagna per godersi il fresco e ristorarsi, oppure per fare escursioni in quota . Le eleganti dimore che ancora costellano le valli ne sono la testimonianza. 



Domenica 2 luglio dalle 10 alle 19 il Comune di Viù tornerà a quegli anni d'oro, "Sgnuri, Sgnurìn e paysàn" ripopoleranno le vie ed i locali della caratteristica cittadina di montagna, ove verranno ricreati angoli caratteristici con abiti e mestieri d'epoca; in alcuni bar verranno inoltre servite le golose merende dell’epoca.
In via del tutto eccezionale, riaprirà le sue porte la splendida Villa Franchetti, costruita in stile svizzero dal Barone Raimondo, che, dal 1861, vi soggiornò a lungo con la moglie Sara Luisa Rothschild.
Nei giardini della villa, grazie all'Associazione Culturale “Le Vie del Tempo” di Rivoli, torneranno i baffuti gentiluomini e le eleganti signore, riportando idealmente i visitatori allo splendore della villeggiatura valligiana. Per l'occasione ci sarà la partecipazione di rievocatori, non solo piemontesi, ma provenienti anche da Liguria, Lombardia e Veneto.
In abiti d'epoca, attraverso tableaux vivants, essi illustreranno la moda, la cucina degli "Sgnuri" e racconteranno le storie dell’alpinismo, nato proprio in queste valli.
Sarà insomma un divertente e curioso ripasso sulla storia di un’Italia in rapida trasformazione, dal Risorgimento alla II guerra mondiale, con tutti i personaggi che salirono sino a Viù in quel periodo: dal Principe di Piemonte Umberto di Savoia al ministro del Terzo Reich Hermann Goering, a Giacomo Puccini, che pare a abbia composto a Villa Franchetti una parte delle musiche di Bohème.
Una bella occasione per vivere la montagna, effettuare una gita fuori porta, partecipare alla vita di una comunità che si racconta e mette in mostra il suo passato; in concomitanza saranno organizzate visite guidate al centro storico dominato dalla parrocchiale e sarà possibile passeggiare tra le bancarelle del mercatino dell’antiquariato.
L'’evento è organizzato dal Comune di Viù, dalla Pro Loco, dai Commercianti, dai Caffè Letterari di Viù.

Nessun commento:

Posta un commento