giovedì 27 luglio 2017

Presentato il programma di ARS INCOGNITA, la nuova Biennale degli Artisti alla Palazzina di Caccia di Stupinigi


Si è tenuta stamattina la conferenza stampa di “Ars Incognita - Rassegna promotrice per una Biennale degli Artisti”, l'evento organizzato da Qualitaly che animerà la Palazzina di Caccia  di Stupinigi e il territorio circostante dal 5 al 9 ottobre 2017.

Il concept di questa interessante manifestazione è quello di distinguere tra la cosiddetta “arte affermata” e la reale “arte apprezzata”, cioè tra l’interesse del grande pubblico e le linee guida proposte dai soggetti del cosiddetto merc­ato ufficiale. Ecco allora che Ars Incognita intende aprire direttamente a quegli artisti che vogliano crescere nel mondo dell'arte, oltre che a tutti coloro che in­tendano porre dialogo e confronto come punti iniziale di un dibattito di crescita comune. Il bando non pone volutamente alcun limite comunicativo, per arrivare ad offrire ai visitatori una visione di arte che sia fruibile, piacevole e contestualizzata nell'ambiente in cui la rassegna si svolge.

Ivo Vassallo - Il diavolo e l'acqua santa
La kermesse artistica prenderà il via giovedì 5 ottobre con un intervento della storica dell’arte e divulgatrice Mattea Micello; dopo l’inaugurazione degli eventi dell’Ordine Nazionale Architetti (venerdì 6) e dell’Ordine Nazionale Giornalisti (sabato 7), partiranno gli appuntamenti rivolti al grande pubblico, come la prima “Notte Bianca delle Arti” della sera di sabato 7, le premiazioni (con diplomi e onorificenze per gli artisti più meritevoli) di domenica 8 e la giornata rivolta a scuole e accademie, con lo spazio di confronto per le gallerie d’arte di lunedì 9.

Jan Francis - Peacock Tango
Non mancheranno alcuni eventi clou come la presenza sabato 7 di Philippe Daverio, star artistica della manifestazione, che terrà una lectio magistralis sulla “Comunicazione nell’Arte” per poi intrattenersi con artisti e pubblico. Mentre domenica 8 Emanuele Filiberto di Savoia visiterà per la prima volta la Palazzina appartenuta un tempo alla sua casata. Quindi arriveranno gli esponenti del “Summit mondiale dei Premi Nobel per la Pace”, che dialogheranno con esperti ai massimi livelli sulle opportunità offerte dal confronto artistico e culturale internazionale alla pace nel mondo.

"L’arte è un elemento di avvicinamento tra le culture e non di certo di divisione tra i popoli – ha sottolineato il Presidente di Qualitaly, Massimiliano Panero – pertanto andremo ad ascoltare quanto gli artisti, direttamente e senza il filtro del mercato o del settore, ci vorranno raccontare. Sarà una straordinaria occasione di confronto e di dialogo, con la partecipazione di elementi di spicco a livello internazionale, volti noti e nuove scoperte. Partiamo con ottime premesse, ma da subito con l’ambizione di creare una biennale di settore e con l’obiettivo di offrire alla Palazzina una nuova definizione, quale centro pulsante e gravitazionale per la libera espressione degli artisti contemporanei, passando così dall’antico ruolo di “artistico ritrovo dei reali” a quello nuovo di “reale ritrovo artistico".

L’evento, ideato dall’associazione culturale Qualitaly, nasce in diretta collaborazione con la Città di Nichelino, la Fondazione Ordine Mauriziano e il “Sistema Cultura Nichelino”, con il sostegno della Fondazione CRT e si fregia altresì dell’Alto Patronato del “Summit Mondiale dei Premi Nobel per la Pace”.

Tenetevi aggiornati sul sito ufficiale:    www.qualitaly.info


1 commento:

  1. Bellissima esposizione, sarebbe molto bello poter essere presente. .... Se possibile Mattea fammi sapere....

    RispondiElimina