domenica 16 luglio 2017

Un tutto esaurito da 14 mila presenze per la prima edizione di Torino Estate Reale

Bene, molto bene! Mi piace concludere la domenica sera in bellezza, grazie alla comunicazione appena ricevuta riiguardante il successo della prima edizione di Torino Estate Reale.
Secondo i dati ufficiali la rassegna, che si è tenuta dall'1 al 16 luglio, ha registrato il tutto esaurito, arrivaano a superare le 14mila presenze in 12 giorni. 
Il successo è legato certamente a due fattori predominanti: innanzitutto l'offerta decisamente varia degli spettacoli, che hanno toccato generi artistici adatti ad ogni genere di pubblico; poi la bellissima location in Piazzetta Reale, che per l'occasione si è trasformata in un  meraviglioso teatro sotto le stelle.

“Sono felice del successo di Torino Estate Reale che ha registrato il tutto esaurito per ogni spettacolo" - ha dichiarato Francesca Leon, assessore alla Cultura della Città di Torino - "Grazie al programma che ha messo insieme generi diversi, la rassegna è riuscita a coinvolgere spettatori sempre nuovi. Il pubblico diversificato e la scelta del luogo, la bellissima piazzetta Reale, sono gli elementi principali che hanno portato all’ottimo risultato di questa prima edizione”.

A Torino Estate Reale, ideato dalla Città di Torino e realizzato da Fondazione per la Cultura Torino, ha partecipato un pubblico di ogni età, che ha assistito a spettacoli come il Sogno Americano proposto dall’Orchestra del Teatro Regio di Torino ed alle Note di mezza estate suonate dall’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, piuttosto che ai brani di Haendel eseguiti dall’Orchestra Filarmonica di Torino.
Passando dal concerto di Paola Turci, una delle artiste italiane tra le più stimate, a quello di Niccolò Fabi che ha portato in scena, nel centro storico di Torino, il suo tour Diventi Inventi 1997-2017.
Dall’omaggio di Peppe Servillo e la sua speciale band a Lucio Battisti all’emozionante viaggio musicale che Neri Marcorè ha dedicato a uno dei più grandi poeti del cantautorato italiano, Fabrizio De Andrè e alla musica trasversale di Hindi Zahra, artista di origini marocchine definita dalla critica la “Patti Smith del deserto.
E poi ancora gli spettacoli dedicati alla danza: da quello inaugurale ‘La magia della danza’ del Ballet Nacional de Cuba all’acrobatico ‘Cirque Royal’ del Cirko Vertigo; dal Golden Days, balletto contemporaneo nato dalla collaborazione tra Aterballetto e il coreografo Johan Inger a ‘Nómada’, l’ultimo spettacolo in rassegna, una commistione di danza e musica della Compagnia di flamenco di Manuel Liñán.
Molto apprezzato dal pubblico anche l’Aperitivo Reale: un’occasione esclusiva che ha permesso a molti di visitare le dieci stanze che compongono l’Appartamento della Regina Elena e di degustare un cocktail prima di assistere allo spettacolo.

Torino Estate Reale passa il testimone a Cinema a Palazzo Reale. A partire da sabato 22 luglio, e per trentotto serate, la corte d’onore di Palazzo Reale ospiterà un ricco calendario di film e serate-evento sotto le stelle. La prima edizione di Torino Estate Reale è stata resa possibile grazie alla fiducia con cui partner e sponsor, Intesa Sanpaolo, Iren, Alfa Romeo e Relais San Maurizio hanno voluto sostenerlo.

Leggete il programma di Cinema a Palazzo Reale qui:
http://sguardisutorino.blogspot.it/2017/07/dal-22-luglio-al-2-settembre-torna-il.html


Nessun commento:

Posta un commento