mercoledì 14 marzo 2018

Un elogio alla Torino d'antan nei romantici dipinti di Raul Viglione, in mostra fino al 24 marzo a Palazzo Civico


Se come il sottoscritto amate Torino, non perdetevi assolutamente la mostra inaugurata ieri nel Loggiato antistante la Sala Marmi a Palazzo Civico con esposti 43 dipinti ad olio realizzati dal pittore Raul Viglione (nato a Torino il 19 gennaio 1937), che sarà visibile solo per pochi giorni fino a sabato 24 marzo.

Parlano tutti di un'affascinante Torino d'antan tra fine Ottocento e inizi Novecento, romantica e decisamente nostalgica, raffigurata attraverso vedute di piccolo formato che vi faranno sognare: dal lungo Po ai Giardini Reali, dal Monte dei Cappuccini al Castello del Valentino, passando per le vie del centro in cui si intravedono tram a cavallo e coppie d'innamorati. E poi la neve, che in molte vedute ricopre i lunghi viali rendendoli ancora più magici.

“Amo profondamente la natura" ha affermato l'artista in occasione dell'inaugurazione - "la sento vivere e vorrei in qualche modo difenderla attraverso le mie tele, espressione del grande amore che coltivo per la mia cara Torino”.

Il presidente del Consiglio comunale Fabio Versaci si è detto entusiasta di ospitare nella casa dei cittadini splendide opere che raffigurano Torino, tra cui una veduta di Palazzo Civico nell’anno 1911, realizzata appositamente per l’evento: “Un modo per riflettere sulla bellezza e sulla cura della nostra città”.


I critici d’arte Gian Giorgio Massara e Angelo Mistrangelo hanno ricordato i temi principali dell’artista, legato alla lezione paesaggistica dell’Ottocento: neve, acque, fiumi, fontane gelate. Rappresentazioni poetiche che trasfigurano Torino. Con alcuni quadri con erba e giardini di un “verde smeraldino”, come scriveva Guido Gozzano.

Opere che rappresentano ideali e che ora, in Municipio, si trovano a casa, come ha sottolineato Marco Albera, già presidente dell’Accademia Albertina delle Belle Arti di Torino: “Una città cantata in pittura che non si arrende alle mode, alle finte bellezze: una capitale della bellezza”.

La mostra, che rimarrà aperta fino a sabato 24 marzo 2018, è visibile con ingresso libero dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18; il sabato dalle 9 alle 13.


Nessun commento:

Posta un commento