sabato 12 maggio 2018

Dimmi dove ti siedi e ti dirò chi sei... Al Museo Accorsi-Ometto di Torino un incontro sulle differenze d'arredo nei ceti sociali

Manifattura torinese, coppia di poltrone, metà del XVIII secolo. 
Eccovi un'altra interessante conferenza, tra l'altro ad ingresso libero fino ad esaurimento posti, presso il bellissimo Museo Accorsi-Ometto, a cura di Alberto Tosa, storico dell'arte della Fondazione: il titolo è "Dimmi dove ti siedi e ti dirò chi sei. Le differenze dei modelli di arredo nei ceti sociali". E' in programma per oggi sabato 12 maggio alle ore 17; verranno spiegate le diverse e numerosissime tipologie di sedie e di arredi usate dalle corti europee durante il XVIII secolo. 

Chaise à dos, cabriolet, fauteuil, tabouret, bergère… tante sono le forme e i modelli di arredo
utilizzati per sedersi. Tra le motivazioni per una scelta così ampia, nel corso del Settecento, vi fu anche la necessità di far corrispondere, all'interno delle corti, una determinata seduta ad un corrispettivo status sociale. Partendo dagli arredi presenti all'interno della collezione del Museo, l'incontro presenterà la storia di queste differenze, in un viaggio affascinante alla scoperta delle regole del cerimoniale di corte. 

MUSEO DI ARTI DECORATIVE ACCORSI – OMETTO
Via Po, 55 – Torino │T. 011 837 688 int. 3


Nessun commento:

Posta un commento