domenica 20 maggio 2018

E' nata l'associazione PORTICI E GALLERIE DI TORINO. Rilancerà i 12 chilometri di arcate torinesi con eventi culturali di richiamo internazionale


12 chilometri di portici. E sotto le loro arcate, che raccontano l'architettura torinese dal XVII al XX secolo, su di un'area di 75 mila metri quadrati, un migliaio di esercizi commerciali, per un totale di 2.250 vetrine. Una vera e propria attrattiva turistico-culturale, da imparare a sfruttare al meglio per attirare l'attenzione di visitatori a livello internazionale.

Da quando lo scorso anno la Fondazione Contrada Torino aveva lanciato il Bando Internazionale di Idee per creare l'immagine coordinata dell'operazione, lanciando così il progetto "Portici di Torino - Turismo, Cultura e Commercio", molta strada è stata fatta, anche attraverso l'organizzaziione di alcune attraenti manifestazioni, come Portici Divini e Dolci Portici.

Ora si può affermare, dopo aver individuato il logo e l'immagine coordinata del progetto, vinto dalla grafica freelance Helene Lageder, di essere passati alla seconda fase, che ha visto costituirsi l'associazione "Portici e Gallerie di Torino", composta attualmente da 90 soci tra esercenti e proprietari. Le prime azioni saranno dirette alla calendarizzazione di una serie di eventi ed alla creazione di un sito web geocalizzato per promuoverne le attività.

Si tratta certamente di una grande sfida che, una volta avviata, rilancerà tutto un insieme di attrattive architettoniche, commerciali e culturali, un prezioso contributo alla collettività del capoluogo subalpino.


Nessun commento:

Posta un commento