giovedì 24 maggio 2018

Le mitiche CINQUE100 di Diego D. Testolin in mostra alla Liconi Arte di Torino fino al 26 giugno


Da venerdi 25 maggio a martedi 26 giugno, presso la Liconi Arte di via della Rocca 28 (inaugurazione giovedì 24 maggio alle 18,30), si terrà la mostra personale di Diego D. Testolin “CINQUE100 IL MITO DI UNA POPCAR”, a cura di Roberta Di Chiara, un’evento che ripropone opere esposte lo scorso anno in occasione del sessantesimo compleanno della vettura, insieme a nuove opere. La mostra, dedicata al mito della 500, è nata dal valore che l’auto ha acquisito nell’immaginario collettivo, divenendo simbolo di un’epoca e modello di stile fruibile da parte delle masse. Il 4 luglio 2017 l’auto è stata riconosciuta addirittura come un'opera d'arte moderna ed è diventata parte della collezione permanente del MoMA di New York, un tributo straordinario al valore artistico e culturale di questo simbolo, democratico e distintivo, dello stile italiano nel mondo.

La mostra è un’interpretazione creativa di questo intramontabile modello. Le immagini raccontano il suo appeal rimasto intatto nel tempo, tale da lasciare un segno indelebile nella storia dell’automobile. Sono esposti circa una ventina di oli su tela accompagnati da qualche opera a tecnica mista, in cui la vettura appare inserita nel contesto di paesaggi urbani, attraverso una modalità che porta all’esaltazione del suo carattere. La mostra rievoca una certa serialità, ma non perde nel contempo di vista l’unicità di ogni esemplare.

Fra le nuove opere che vanno a completare il ciclo anche la tela a tema “457 Stupinigi Experience”, il progetto targato Ruzza Torino e dedicato alla vera sede natia della FIAT 500, la cui nascita venne decisa presso quella Palazzina Reale dove la rassegna di Testolin verrà esposta il prossimo 1 Luglio. Ma prima, Sabato 9 Giugno, in concomitanza con Parco Valentino – Salone dell'Auto Torino, un lotto di FIAT 500 pre-selezionate farà passerella da Stupinigi al centro città, sino a giungere in espositiva in Piazza Bodoni, proprio a ridosso della galleria Liconi Arte.

Diego D. Testolin, classe 1968, inizia da giovane con varie sperimentazioni e dipinti ispirati alla pop art Americana e alla letteratura beat. La sua esperienza di ritrattista forense e la conoscenza della fisiognomica lo portano, nel 2005, a realizzare un ciclo di dipinti “crime scene”, dove descrive un'umanità dolente, vittima della violenza e della follia. Nel 2011 inizia un ciclo di dipinti con i quali rilegge in chiave moderna, con il suo stile ormai definito, il neoclassicismo di Antonio Canova. 

Nessun commento:

Posta un commento