lunedì 18 giugno 2018

Alle OGR di Torino si parla della Carta di Credito e della sua evoluzione con Christian Marazzi per la rassegna *Scintille*


Torna alle OGR (corso Castelfidardo 22 a Torino) l'appuntamento con la rassegna *Scintille*, realizzata dalla Fondazione per l’Arte Contemporanea CRT in collaborazione con l’Associazione Doppiozero fondata da Marco Belpoliti, dedicata al tema dell’innovazione tecnologica, strutturata in una serie di incontri con un unico relatore che racconti una “scintilla”, ovvero una idea o un progetto o una invenzione che ha cambiato qualcosa nel nostro modo di vivere. Idee che hanno avuto una ricaduta nella vita quotidiana di tutti: non solo grandi invenzioni o teoremi o formule, ma anche piccoli oggetti che hanno modificato qualcosa d’importante nella nostra esistenza nell’arco degli ultimi 70 anni.

Dopo il primo incontro con il codice a barre raccontato da Vittorio Marchis, seguito dall’algoritmo analizzato dal Claudio Bartocci e dall’Iphone a cura di Tiziano Bonini, martedì 19 giugno alle ore 18 è la volta della carta di credito illustrata dal prof. Christian Marazzi.


Oggi la moneta e il linguaggio si sovrappongono a tal punto da diventare inscindibili. La forma del valore delle merci è diventata simultaneamente sia monetaria che linguistica; il valore non dimora più nell’oggetto, materiale o immateriale che sia, ma bensì nella produzione collettiva che permette o meno di organizzare la vita in comune. A questo risultato storico si è giunti attraverso un progressivo svuotamento del valore delle merci e l’introduzione di una performatività del linguaggio, la capacità linguistica di “fare cose con le parole,” e questo ha fatto sì che gli studiosi della crisi del capitalismo finanziario odierno iniziassero a interrogarsi sui limiti della natura linguistica della moneta.
Partendo da John Locke e J.-M. Keynes, in un gioco di rimandi reciproci e di ricerca di isomosfismi e di “omologie strutturali”,
Christian Marazzi racconta la carta di credito, l’evoluzione del rapporto che ha caratterizzato la teoria della moneta e quella del linguaggio come ambiti contigui, ma distinti di analisi.

Christian Marazzi, economista PhD, ha insegnato in diverse università europee e alla State University di New York. Attualmente insegna alla Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI). Ha pubblicato numerosi lavori sulle trasformazioni del capitalismo contemporaneo, con saggi sul divenire del lavoro e della finanziarizzazione dell'economia.

L’incontro è accessibile alle persone sorde e ipoudenti.
La partecipazione è gratuita, ma è necessario iscriversi sul sito www.ogrtorino.it

Il prossimo appuntament di *Scintille*:
martedì 17 luglio alle 18 - Maria Nadotti racconta la pillola.


Nessun commento:

Posta un commento