venerdì 22 giugno 2018

Nel weekend di San Giovanni moltissimi eventi e visite guidate tra GAM e Palazzo Madama con Fondazione Torino Musei


Siamo di nuovo arrivati al weekend; due giorni decisamente importanti per la città, attiva più che mai per la Festa di San Giovanni. La Fondazione Torino Musei propone come sempre alcune interessanti visite tematiche e vi ricorda che proprio domenica 24 sarà l’ultimo giorno per poter visitare la mostra su “Renato Guttuso” alla GAM, mentre “Perfumum” a Palazzo Madama terminerà lunedì 25 giugno. Eccovi il programma:

Sabato 23 giugno 2018, ore 16.30 e ore 18.00
IPERPIANALTO_EXHIBITION
a cura di Caretto/Spagna
Evento conclusivo e mostra del progetto di residenza per giovani artisti organizzato dalla Fondazione Spinola Banna per l’Arte e GAM di Torino e promosso dalla Compagnia di San Paolo.  
ore 16.30 - Chieri - Angolo Strada Fontaneto/Via Cafasso
ore 18.00 -
Fondazione Spinola Banna per l’Arte - Frazione Banna, 1 - 10046 Poirino, Torino
IperPianalto è il secondo appuntamento del progetto triennale, promosso e realizzato grazie al sostegno della Compagnia di San Paolo, che vede unite due eccellenze culturali del territorio piemontese: un’istituzione privata e una pubblica, la Fondazione Spinola Banna per l’Arte e la GAM di Torino.
Il programma annuale di workshop con residenza per giovani artisti del biennio 2017/2018, elaborato dagli artisti tutor Andrea Caretto e Raffaella Spagna, ha proposto un percorso di conoscenza di un territorio, l’Altopiano di Poirino, IperPianalto è stato un processo di apprendimento condiviso nel quale sguardi e approcci diversi al fare artistico si sono confrontati tra loro, aprendosi a collaborazioni con soggetti locali. Gli artisti under 35 partecipanti al progetto, scelti tramite bando di concorso nazionale, sono: Tea Andreoletti, Thomas Berra, Alessandro Perini, Marco Ranieri e Gabriele Rendina. I cinque giovani artisti hanno potuto confrontarsi con i loro tutor in uno scambio intenso e di grande sintonia, all’interno di un percorso che ha previsto, in otto mesi, workshop, incontri, azioni collettive, performance e infine una mostra conclusiva del progetto che sarà inaugurata sabato 23 giugno alle ore 18.00 presso la sede della Fondazione Spinola Banna per l’Arte a Poirino.
La mostra presso la Fondazione Spinola Banna per l’Arte presenta le opere sia degli artisti tutor sia dei cinque partecipanti al progetto.

Sabato 23 giugno 2018, ore 16.00
CARLO MAGNO VA ALLA GUERRA. Cavalieri e amor cortese nei castelli tra Italia e Francia
Palazzo Madama – visita guidata alla mostra Carlo Magno va alla guerra  
All’interno della Corte Medievale prende avvio l’itinerario alla mostra, che per la prima volta in Italia ospita il ciclo di pitture medievali del Castello di Cruet. Gli affreschi, staccati dalla dimora di origine per motivi conservativi, sono una testimonianza unica dell’arte figurativa del 1300 in Savoia e raffigurano episodi tratti dalla chanson de geste, il Girart de Vienne di Bertrand de Bar - suo - Aube, composta nel 1180 e dedicata a un cavaliere alla corte di Carlo Magno.
Dal ciclo pittorico, esposto al pubblico in maniera tale da ricostruire idealmente la sua disposizione nella sala aulica del castello di Cruet, sarà possibile proseguire la visita ponendo l’attenzione sull’arredo e la vita di corte nel 1300, attraverso l’analisi di cinquanta opere di proprietà di Palazzo Madama e di altre istituzioni, tra cui alcuni pezzi mai esposti al pubblico.
Il percorso terminerà presso i giardini fioriti di ispirazione medievale del museo, che un tempo facevano parte delle dimore signorili ed erano luoghi privilegiati per la lettura e lo svago.
Costo visita guidata: € 5 + ingresso alla mostra -  gratuito per possessori di Abbonamento Musei 
Informazioni e prenotazioni: tel. 011 5211788 prenotazioniftm@arteintorino.com

Domenica 24 giugno
CHIUDE LA MOSTRA RENATO GUTTUSO. ARTE E RIVOLUZIONE NEL CINQUANTENARIO DEL ‘68
Ultimo giorno per visitare la mostra dedicata alla pittura di Renato Guttuso (Bagheria, Palermo 1911 - Roma 1987), presenza di forte rilievo nella storia dell’arte italiana del Novecento e figura nodale nel dibattito concernente i rapporti tra arte e società che, nel secondo dopoguerra, ha significativamente accompagnato un ampio tratto del suo cammino. Curata da Pier Giovanni Castagnoli, con la collaborazione degli Archivi Guttuso, la mostra raccoglie e presenta circa 60 opere provenienti da importanti musei e collezioni pubbliche e private europee. Primeggiano alcune delle più significative tele di soggetto politico e civile dipinte dall’artista lungo un arco di tempo che corre dalla fine degli anni Trenta alla metà degli anni Settanta. 

Domenica 24 giugno, ore 16.00
RENATO GUTTUSO. ARTE E RIVOLUZIONE
GAM - Visita guidata alla mostra (tutte le domeniche e festivi)
Nella ricorrenza del cinquantenario del '68 la GAM propone una mostra dedicata al pittore Renato Guttuso e ai rapporti tra politica e arte, elemento fondamentale del suo fare artistico.
L’itinerario parte dal dipinto Fucilazione in campagna del 1938, ispirato alla fucilazione di Federico Garcia Lorca, per proseguire nell’analisi della meditazione ininterrotta sul tema delle lotte per la libertà, di cui forte è la condanna della violenza nazista nei disegni urticanti del Gott mit uns 1944. Si prosegue attraverso un’elaborazione sentimentale in opere quali Lotta di minatori francesi 1948, per approdare negli anni Sessanta ai risultati di partecipe testimonianza militare, con opere quali Vietnam 1965. 
Chiude il percorso l’opera i Funerali di Togliatti 1972, opera che incarna una vita di militanza dell’uomo e dell’artista Renato Guttuso.
Costo visita guidata: € 6 + ingresso alla mostra (gratuito Abbonamento Musei e Torino card)
Info e prenotazioni: TicketOne 011 0881178 – gruppiescuole@tosc.it

Lunedì 25 giugno 2018
CHIUDE LA MOSTRA PERFUMUM. I profumi della storia
Palazzo Madama – Sala Atelier
Chiude lunedì 25 giugno 2018 la mostra Perfumum. I profumi della Storia in corso a Palazzo Madama in Sala Atelier. Un racconto sull’evoluzione e la pluralità dei significati del profumo dall’Antichità greca e romana al Novecento, visto attraverso più di duecento oggetti esposti, tra oreficerie, vetri, porcellane, affiches e trattati scientifici. L’esposizione, curata da Cristina Maritano, conservatore di Palazzo Madama, è stata accolta con grande interesse da parte del pubblico. Il percorso espositivo presenta un grande numero di oggetti appartenenti alle collezioni di Palazzo Madama e numerosi prestiti provenienti da musei e istituzioni torinesi, con il contributo di realtà nazionali e internazionali. Chi non avesse ancora avuto l’opportunità di visitare l’esposizione può farlo in questo ultimo fine settimana di apertura.


Nessun commento:

Posta un commento