mercoledì 11 luglio 2018

Approvato dalla Commissione Bilancio della Regione Piemonte lo stanziamento triennale di 1.3 milioni per gli Ecomusei


Leggo con piacere che tra i punti odierni discussi nella seduta odierna della Commissione Bilancio della Regione Piemonte, presieduta da Vittorio Barazzotto, è stata approvata la norma finanziaria che stanzia quasi 1,3 milioni di euro (255 nel 2018, 510 nel 2019 e altri 510 nel 2020) per rifinanziare la spesa corrente prevista dalla proposta di legge 236 "Riconoscimento degli Ecomusei del Piemonte".

La pdl dovrebbe essere poi esaminata, in sede legislativa, nella seduta della terza Commissione che dovrebbe essere convocata mercoledì 11 luglio.

Si è anche iniziato l’esame del disegno di legge n. 294 “Legge annuale di riordino dell'ordinamento regionale. Anno 2018”, il cosiddetto provvedimento “Omnibus”.
Oltre al vicepresidente Aldo Reschigna, per l’Esecutivo regionale hanno partecipato gli assessori Francesco Balocco (Trasporti) e Antonella Parigi (Turismo e Cultura) che hanno illustrato gli articoli di competenza all’interno dell’Omnibus che sono poi stati approvati, anche con alcuni emendamenti.
Tra queste disposizioni quella sull’ampliamento della possibilità di partecipazione degli enti locali all’interno della Agenzia della mobilità piemontese e la semplificazione delle norme relative alla richiesta di cofinanziamenti per progettazione e ristrutturazione da parte delle Società di mutuo soccorso.  Si segnala che è stato anche approvato un emendamento dell’opposizione (gruppo M5s) per favorire l’utilizzo della rete web nella promozione turistica.
Sono poi state calendarizzate al 23 luglio le consultazioni concernenti le proposte di legge: 238, “Istituzione della Consulta regionale per le pari opportunità”; 239, “Sostituzione dell'articolo 38 (Consulta regionale delle elette) e abrogazione dell'articolo 93 (Commissione per le pari opportunità tra donne e uomini) della legge regionale statutaria 4 marzo 2005, n. 1 (Statuto della Regione Piemonte)”; 14, "Commissione regionale per le pari opportunità tra donne e uomini e istituzione dell'Albo delle associazioni di pari opportunità”.
Si sono pure svolte le prime determinazioni sul Documento di economia e finanza regionale (Defr) 2019-21.

Nessun commento:

Posta un commento