venerdì 20 luglio 2018

Cinema a Palazzo Reale incontra la mostra Flashback in una serata tra cinema e arte. Con proiezione di "Io ti salverò" di Alfred Hitchcock e immagini di Salvador Dalì


Venerdì 20 luglio, come sempre alle 22, nel Cortile d'onore di Palazzo Reale, appuntamento con il cinema e con la sua relazione di reciprocità con l’arte. La serata nasce dalla collaborazione tra Distretto Cinema, che organizza la rassegna estiva, e Flashback, la fiera di arte antica e moderna che giungerà, nel 2018, alla sua sesta edizione. Sarà in programma dall'1 al 4 novembre al Pala Alpitour di Torino con LE RIVE DI UN ALTRO MARE, tema ispirato da Chad Oliver, antropologo e scrittore di fantascienza. FLASHBACK, fin dagli esordi, ha posto attenzione a tutti i linguaggi in maniera trasversale e annovera nel proprio programma la sezione flashback video che negli anni si è occupata di presentare contenuti dedicati all’immagine in movimento, dalla video-arte degli esordi con Man Ray, al documentario i cui argomenti rappresentano la modalità attraverso la quale comunicare e contestualizzare l’opera, riportandola così al presente.
La serata di Cinema a Palazzo Reale prevede per l’occasione due brevissimi film sonorizzati dal vivo da Paolo Spaccamonti. Introducono le pellicole Stefania Poddighe e Ginevra Pucci, direttrici di Flashback. Il primo film è "Rhythmus 21” di Hans Richter, una delle prime pellicole cinematografiche sperimentali degli anni 20 del Novecento; il secondo è "Man Ray: le retour à la raison" del 1923, nel quale l'artista americano, appena trasferitosi a Parigi, utilizza la tecnica della rayografia (fotografia a contatto) di cui fu il pioniere. Il corto venne proiettato per la prima volta al teatro Michel il 6 luglio 1923.

A seguire, è prevista la proiezione di "Io ti salverò" di Alfred Hitchcock (1945), celebre film in cui spiccano le caratteristiche immagini oniriche realizzate appositamente da Salvador Dalì.

Paolo Spaccamonti è un chitarrista di estrazione sperimentale dalle numerose collaborazioni di prestigio. Si è cimentato in vari ambiti tra le quali l’accompagnare il giornalista Maurizio Blatto nei suoi reading Mohicani o il sonorizzare film muti come Rotaie e Drifters (in questo caso in duo con Ben Chasny / Six Organs Of Admittance) e i documentari “Vite da recupero” e “Una storia di trasporto”. Numerosi sono poi i risultati su disco già solo di questi ultimi anni: l’lp Spaccamombu, fusione in studio con i romani Mombu, lo split lp con Stefano Pilia e nel 2014 la musicassetta Burnout divisa con Daniele Brusaschetto. Oltre a incroci con Damo Suzuki (CAN), Fabrizio Modonese Palumbo, Chicco Bertacchini (Starfuckers) e i video-artisti MASBEDO (per ‘Todestriebe’, in mostra presso la Fondazione Merz di Torino) che non fanno che aggiungere a un curriculum in solitario già di assoluto livello, come testimonia l’accoglienza ai primi due album, “Undici Pezzi Facili” e “Buone Notizie” ed al terzo e nuovissimo lavoro “Rumors”, uscito nella primavera del 2015.

Ricordo che il costo del biglietto intero è di 6 euro. Ingresso ridotto a 5 euro per universitari, Abbonamento Torino Musei, dipendenti MiBACT e Soci CRAL BBCC “Rino Rossi”. Gli over 65 anni pagano 4 euro. Conveniente la formula dell’abbonamento alla rassegna: la tessera per dieci film costa 40 euro.


Nessun commento:

Posta un commento