martedì 3 luglio 2018

Con il festival PROIEZIONI DI CITTA' sette serate a Torino per far conoscere alcune città europee attraverso la settima arte


Dopo il successo dello scorso anno riecco il Festival cinematografico Proiezioni di città, voluto da Urban Center Metropolitano insieme al Museo Nazionale del Cinema per far conoscere, attraverso la settima arte, una serie di città, protagoniste di pellicole note e meno note: Vienna, Bruxelles, Francoforte, Copenhagen, Stoccolma, Barcellona e Atene.

Così dal 4 al 18 luglio saranno sette le serate di cinema all'aperto che si svolgeranno in alcune insolite location cittadine, da piazza Palazzo di Città ai cortili del Campus Einaudi e del Castello del Valentino, da Piazza Astengo all’ex-cimitero di San Pietro in Vincoli, al mercato coperto di via Plava e in Via San Gaetano da Thiene.

Le serate fanno parte del progetto europeo I-Media Cities (www.imediacities.eu), di cui Urban Center è partner, che si prefigge di realizzare entro la primavera 2019 una piattaforma digitale per la condivisione e la valorizzazione dei materiali audiovisivi conservati in diverse cineteche europee, dedicata alla storia delle grandi città e alla loro rappresentazione attraverso il cinema e la fotografia. In occasione delle Proiezioni di Città gli spettatori potranno apprezzare alcuni brevi filmati selezionati e messi a disposizione dalle cineteche partner di progetto, racconteranno le rispettive città europee nel Novecento. Ognuno di questi introdurrà alla visione di un lungometraggio che ritrae le città in differenti momenti storici tra XX e XXI secolo. Ad accompagnarli, quando si tratta di cortometraggi muti, una sonorizzazione dal vivo realizzata da musicisti torinesi espressamente per questa iniziativa.

Tutte le serate sono ad ingresso libero fino ad esaurimento posti disponibli, ma per i film contrassegnati da (*) è necessario il noleggio delle cuffie a 3 euro.

Proiezioni di Città è realizzato in collaborazione con Università degli studi e Politecnico di Torino ed è inserito nel programma Tutta mia la Città.

Il programma

Mercoledì 4 luglio
Piazza Palazzo di Città, ore 21.30

Vienna.
Ein Film vom neuen Wien (1926, 12’), con accompagnamento musicale di Ramon Moro (tromba)
Film di propaganda dello SDAP, il Partito socialdemocratico dei lavoratori, che compara la Vienna imperiale con la povertà delle periferie per promuovere tramite immagini la nuova politica abitativa dell’amministrazione cittadina.
Dalla collezione dell’Österreichisches Filmmuseum per I-Media Cities
 
Il terzo uomo, di Carol Reed (1949, 104') con Orson Welles, Joseph Cotten, Alida Valli (*)
Film noir di culto ambientato in una Vienna sconvolta dal conflitto mondiale, dove uno scrittore americano di romanzi d’avventura, Holly Martins, si reca per incontrare il misterioso amico d’infanzia, Harry Lime, magistralmente interpretato da Orson Welles.

Giovedì 5 luglio
Piazza Giovanni Astengo, ore 21.30

Bruxelles.
Toto et sa soeur en bombe à Bruxelles (1909, 8’), con accompagnamento musicale di Valeria Delmastro (arpa)
La Bruxelles d’inizio ‘900, attraverso i suoi spazi e i suoi monumenti scoperti da due bambini, Toto e sua sorella.
Dalla collezione della Cinémathèque Royale de Belgique per I-Media Cities
Dio esiste e vive a Bruxelles, di Jaco van Dormael (2015, 113’) con Pili Groyne, Benoît Poelvoorde, Catherine Deneuve, François Damiens, Yolande Moreau (*)
Una commedia surreale in cui Dio è un vero e proprio personaggio che vive a Bruxelles. Bisbetico ed egoista, governa il mondo dal suo personal computer ed è odioso con la sua famiglia. Sua figlia, Ea, si annoia a casa e non sopporta di essere rinchiusa in un piccolo appartamento, fino al giorno in cui decide di ribellarsi contro il padre, entrare nel suo computer e trapelare al mondo intero la data fatale della loro morte.

Venerdì 6 luglio
Campus Luigi Einaudi, lungo Dora Siena 100A, ore 21.30

Francoforte.
Visit with Uncle Jacob Rosenberg in Frankfurt - and Rhine/Wiesbaden (1926, 10’), con accompagnamento musicale di Valeria Delmastro (arpa)
Francoforte, il fiume Reno e la vicina Wiesbaden negli anni ’20 del Novecento, nel “diario di viaggio” di Jacob Rosenberg.
Dalla collezione del Deutsches Filminstitut per I-Media Cities
Il labirinto del silenzio, di Giulio Ricciarelli (2014, 124’) con Alexander Fehling, André Szymanski, Friederike Becht, Gert Voss
Francoforte, 1958. Il giovane procuratore Johann Radmann decide di mettersi alla ricerca della verità in un Germania che negli anni del miracolo economico non vuole ricordare il passato oscuro e la connivenza con il regime nazista di importanti personaggi pubblici.

Mercoledì 11 luglio
San Pietro in Vincoli, via San Pietro in Vincoli 28, ore 21.30

Copenhagen.
Huse (Danish Houses, 1967, 13’), in lingua inglese
Un documentario che descrive come gli architetti moderni relizzano gli spazi abitativi in continuità con la tradizione costruttiva danese, dettata dal clima e dai materiali locali. Case, fabbriche, scuole, l’aeroporto, sono la cornice in cui si svolge la vita quotidiana.
Dalla collezione del Danske Filminstitut per I-Media Cities
The Danish Girl, di Tom Hooper (2015, 120’) con Eddie Redmayne, Alicia Vikander, Amber Heard, Matthias Schoenaerts, Adrian Schiller
Sposato con l’artista Gerda Wegener nella Danimarca del 1926, il pittore Einar Wegener vive un matrimonio felice: quando per un caso posa per un quadro di Gerda vestito da donna, realizza di preferire l'identità femminile a quella maschile. Inizia così un complesso percorso di autoaccettazione, che porterà Einar / Lili a diventare uno dei primi transgender della storia.

Giovedì 12 luglio
Castello del Valentino, viale Mattioli 39, ore 21.30

Stoccolma.
Konstindustriutställningen i Stockholm (Industrial Arts Exhibition in Stockholm,1909, 7’), con accompagnamento musicale di Lord Theremin
Dalla collezione dello Svenska Filminstitutet per I-Media Cities
Intrigo a Stoccolma, di Mark Robson (1963, 133’) con Paul Newman, Elke Sommer, Edward G. Robinson, Diane Baker, Micheline Presle
Il romanziere americano Andrew Craig giunge a Stoccolma per ricevere insieme ad altre cinque personalità il premio Nobel. Anticonformista e con un’eccessiva predilezione per l’alcool, lo scrittore non tarda tuttavia ad accorgersi dello strano atteggiamento di un altro premio Nobel, il dottor Stratman. Incuriosito, lo scrittore inizia per suo conto un’indagine che lo condurrà, attraverso una serie di drammatiche e movimentate avventure, alla scoperta del mistero che circonda la figura del dottore.

Martedì 17 luglio
Mercato coperto di via Plava, ore 21.30

Barcellona.
Barcellona e le sue attrattive (Mario Caserini, Excelsa Films, 1916, 7’), con l’accompagnamento
musicale di Federico Marchesano (contrabbasso)
I monumenti più emblematici e le attrazioni turistiche di Barcellona tra 1915 e 1916, con vedute e panoramiche della città prese dalla tramvia.
Dalla collezione della Filmoteca de Catalunya per I-Media Cities
Vicky Cristina Barcelona, di Woody Allen (2008, 96’) con Penélope Cruz, Scarlett Johansson, Javier Bardem, Rebecca Hall (*)
Vicky e Cristina sono due amiche americane che decidono di passare le vacanze in Spagna: la prima è sensibile e prossima alle nozze, la seconda è esuberante e in cerca di avventure. Entrambe si invaghiscono dello stesso uomo, il pittore Juan Antonio, ignare dell’esistenza di María Elena, ex moglie gelosa che sta per tornare in scena.

Mercoledì 18 luglio
Via San Gaetano da Thiene, ore 21.30

Atene.
ΠΕΡΙΠΕΤΕΙΑΙ ΤΟΥ ΒΙΛΛΑΡ (Vilard’s adventures, 1927, 10’)
Le avventure comiche di Vilard tra i grandi monumenti dell’antichità, il lungomare e le strade di Atene sul finire degli anni
20.
Dalla collezione del Greek Film Archive per I-Media Cities
Gli scassinatori, di Henri Verneuil (1971, 105’) con Jean-Paul Belmondo, Omar Sharif, Robert Hossein, Renato Salvatori (*)
Ad Atene un gruppo di abili ladri, guidato da Azad, deruba un potente miliardario della sua preziosa collezione di smeraldi. Le indagini sul furto vengono affidate a un avido poliziotto del luogo, dai metodi spicci, il commissario Abel Zacharia. Inseguimenti e imprevisti per un cast pieno di divi sullo sfondo della capitale greca.


Per info sul programma:
www.urbancenter.to.it
tel 011 5537950

Nessun commento:

Posta un commento